-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 16 agosto 2017

I Prezzi dell’Oro Sono Sotto Pressione per il Rafforzamento del Dollaro

Ieri i prezzi del metallo aurifero hanno proseguito il loro andamento ribassista per il secondo giorno consecutivo, con un prezzo di apertura che è risultato probabilmente il livello più alto mostrato nel corso della giornata e un andamento a senso unico fin dall’inizio della sessione. I prezzi si sono mossi al di sotto dei 1280$ e hanno continuato a scendere fino al livello dei 1271$, e finora il metallo aurifero non è riuscito a fare un balzo reale, proseguendo gli scambi a tale livello anche nel momento in cui scriviamo. I prezzi di questa materia prima si sono mossi in ribasso a seguito della diminuzione dei rischi e delle tensioni a livello globale che hanno permesso alle Borse di recuperare. Quando i mercati azionari mostrano un recupero, generalmente sono i fondi impiegati sul mercato aurifero ad essere spostati per essere investiti in Borsa, questa è una delle ragioni per cui abbiamo assistito al rialzo dei mercati azionari e alla caduta dei prezzi dell’oro nel corso degli ultimi due giorni.

L’Oro Torna all’Interno della Gamma di Oscillazione dell’Anno

Ieri, un altro motivo del ribasso dei prezzi dell’oro è stato determinato dal continuo rafforzamento del dollaro, a sua volta generato dai dati sulle vendite al dettaglio negli Stati Uniti che si sono rivelate più positive di quanto fosse stato previsto. Ciò ha contribuito a sostenere il dollaro che si è rafforzato su tutti i mercati, e ha portato in ulteriore ribasso i prezzi del metallo aurifero. Ci aspettavamo una rottura dei prezzi che avrebbe permesso all’oro di uscire fuori dalla gamma di oscillazione di quest’anno, ma non essendo arrivata, il metallo prezioso è tornato all’interno della propria fascia di oscillazione e i prezzi dovrebbero muoversi lentamente in ribasso nel corso del breve e medio periodo.
Oro grafico giornaliero, 16 agosto 2017
Anche i prezzi del petrolio proseguono la loro fase di consolidamento in attesa dei dati d’inventario sulle scorte di greggio negli Stati Uniti, che saranno comunicate nel corso di questa giornata. I prezzi si mostrano deboli per la domanda altrettanto debole, per il dollaro che mostra segni di forza e per i problemi relativi all’offerta; tutti questi fattori hanno dominato talmente il mercato petrolifero nel corso degli ultimi giorni che persino i dati positivi delle scorte di greggio della scorsa settimana non si sono dimostrati sufficienti a fare salire i prezzi del combustibile. I prezzi del greggio probabilmente continueranno a rimanere sotto pressione per il breve termine.
Anche l’argento viene scambiato a livelli di debolezza, poiché la mossa al di sopra della regione importante dei 17$ è svanita e ora i i prezzi sono tornati al di sotto di questo livello mostrando segni di debolezza, in linea con l’azione di prezzo che abbiamo visto sul mercato dell’oro. Prevediamo che tale andamento proseguirà per il corso del breve termine.
This article was originally posted on FX Empire

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.