-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 30 agosto 2017

Enel ad un soffio dai record storici. Per gli analisti è un buy


A Piazza Affari torna qualche acquisto su Enel che dopo il calo delle ultime due sedute riprende la via dei guadagni, riuscendo a fare un po' meglio dell'indice di riferimento. Il titolo, dopo aver ceduto un punto percentuale ieri, ha avviato gli scambi in positivo oggi, per poi invertire la rotta e scivolare al di sotto della parità, arrivando a segnare un minimo a 5,01 euro.
Da questo livello si è avuto un recupero che vede ora Enel passa di mano a 5,07 euro, con un vantaggio dello 0,8% e oltre 11 milioni di azioni scambiate fino ad ora, contro la media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a quasi 30 milioni di pezzi.


Enel viaggia a circa un punto percentuale dal nuovo massimo storico segnati nell'intraday di giovedì scorso a 5,12 euro, livello già toccato nella sessione del 17 agosto.

Bca IMI promuove Enel e ritocca le stime

A dare un certo sostegno al titolo è oggi la promozione arrivata da Banca IMI, i cui analisti hanno deciso di migliorare la raccomandazione da "hold" ad "add", con un prezzo obiettivo aumentato da 4,5 a 5,7 euro.

Banca IMI ha lasciato sostanzialmente invariate le stime sull'utile per azione di quest'anno, ritoccandole solo dell'1%, mentre ha alzato in media dell'8% quelle riferite ai prossimi due anni.
Quest'ultima mossa è da ricondurre alla revisione verso l'alto delle aspettative sull'Ebitda 2019, alla luce di maggiori attese sulla performance del mercato retail in Italia e della crescita in America Latina.


Gli analisti credono che siano raggiungibili gli obiettivi di Ebitda 2017 e 2018 da parte di Enel e al contempo ritengono che le operazioni sul risparmio dei costi e sulla crescita industriale siano una solida piattaforma per una buona performance nel 2019.
A detta di Banca i numeri registrati da Enel nel primo semestre dell'anno hanno confermato che il gruppo è sulla buona strada per centrare gli obiettivi di crescita industriale, tra i quali il risparmio sui costi e la digitalizzazione, senza dimenticare l'importante conferma del dividendo minimo a 0,21 euro per azione.

Equita bullish: Enel potrà separare buy-back e riacquisto minorities

Indicazioni bullish per Enel sono arrivate non più tardi di ieri da Equita SIM che ha confermato la raccomandazione "buy" sul titolo, con un target price a 5,65 euro.


Partendo da un articolo di Milano Finanza sul riacquisto da parte di Enel delle minoranze in America Latina e più precisamente in Cile, gli analisti credono che l'avvio di questa operazione non inciderà sulla possibilità di lanciare anche un buy-back parziale di azioni.
Equita SIM ricorda che il colosso elettrico ha confermato recentemente la sua flessibilità finanziaria in 8-10 miliardi di euro, una cifra decisamente più alta rispetto ai 2,2 miliardi del piano di riacquisto delle minoranze appena annunciato.


Gli analisti ritengono che la flessibilità finanziaria del gruppo consentirà di separare i due obiettivi, ossia il buy-back e il riacquisto delle minorities, oggi legati ed in alternativa uno all’altro, in occasione del prossimo piano strategico.
Enel sarà così libera di lanciare una operazione di riacquisto di azioni nel 2018 come ulteriore potenziale miglioramento della politica di dividendo, sempre che il prezzo in forte crescita di Enel non renda più convenienti operazioni alternative.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.