-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 10 agosto 2017

Brexit, gli agricoltori con Carlo: “Salviamo la campagna inglese”

Il principe Carlo (Getty)
Chi pensa che sarà l’economia a risentire maggiormente degli effetti dell’addio di Londra dell’Unione europea, dovrà ricredersi. A rischiare di grosso è la campagna inglese, parola del principe Carlo. L’erede al trono britannico, con le sue tenute in Cornovaglia è un paladino della coltura biologica e da tempo, ormai, è uno strenuo difensore della campagna inglese, quella dei piccoli agricoltori e allevatori delle colture biologiche contro le multinazionali. Il paesaggio inglese è messo a repentaglio dalla Brexit.
A rilanciare l’allarme, abbracciando in pieno la battaglia del principe del Galles, arriva adesso anche il rapporto dell’Associazione per la protezione dell’Inghilterra rurale, secondo la quale “il mosaico di fattorie che ha dato alla campagna carattere, bellezza e spazio per la natura” è in via d’estinzione: spetta al governo intervenire “con sussidi mirati” per invertire un trend ormai consolidato negli ultimi anni.
Per Graeme Willis, autore del rapporto, di tratta di “una crisi silenziosa”, come riporta il Times. “Le piccole fattorie che operano con metodi tradizionali faticano a ritagliarsi uno spazio sul mercato. Se non sapremo introdurre la giusta riforma agricola, rischiamo di svanire completamente”. I numeri sembrano avvalorare latesi catastrofistica. Nel 2005 l’Inghilterra contava 85mila piccole fattorie. In dieci anni c’è stato un caldo del 30 per cento. Oggi ne restano 59mila. Nel contempo le imprese industriali, che occupano più di 200 ettari, si sono ampliate.
Riuscirà il governo a trovare una formula per il dopo Brexit che possa aiutare anche le aziende di famiglia? In Scozia il problema è stato arginato con una modifica del modello fiscale: chi lascia ai figli una fattoria o un allevamento non paga le tasse di successione. In Inghilterra la situazione è più complicata per i piccoli contadini. Il 58 per cento degli agricoltori inglesi si è espresso a favore della Brexit. Una sorta di paradosso perché il 55 per cento degli introiti delle imprese agricole del Paese deriva proprio dall’Unione europea.

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.