-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 25 agosto 2017

Borse in positivo con lo sguardo rivolto alle Banche Centrali


La settimana di Borsa che si chiude oggi è stata caratterizzata da un'alternanza di sedute positive e negative per la piazza azionaria giapponese. L'indice Nikkei 225 dopo il calo di ieri ha recuperato terreno oggi, chiudendo gli scambi in progresso dello 0,51%. A favorire il ritorno degli acquisti ha contribuito l'indebolimento dello yen nei confronti del dollaro dopo i segnali positivi sul fronte dell'inflazione che a luglio è salita dello 0,5% dopo lo 0,4% di giugno.
In positivo le Borse europee che da subito hanno imboccato la via dei guadagni, senza tuttavia registrare movimenti particolarmente accentuati.

Negli ultimi minuti gli indici stanno aggiornando i massimi intraday e vedono il Dax30 in rialzo dello 0,41%, seguito dal Ftse100 e dal Cac40 che avanzano rispettivamente dello 0,36% e dello 0,34%. 
Prevale in ogni caso una certa cautela in vista dei discorsi che vedranno impegnati oggi al simposio di Jackson Hole il presidente della Fed e della BCE, Yellen e Draghi.  
Sul fronte macro intanto in Francia è stato diffuso il dato relativo alla fiducia dei consumatori che a luglio è scesa da 104 a 103 punti, in linea con le previsioni degli analisti.


In Germania invece la lettura definitiva del PIL del secondo trimestre ha evidenziato una variazione positiva dello 0,6%, in linea con la lettura preliminare e con le stime del mercato, ma in lieve calo rispetto allo 0,7% dei primi tre mesi dell'anno.
Buone notizie sono arrivate dall'indice IFO che ad agosto si è attestato a 115,9 punti, in frazionale ribasso rispetto alla lettura precedente fermatasi a 116 punti.
Il dato si è rivelato migliore delle attese degli analisti che si erano preparati ad un ribasso più marcato a 115,5 punti.
In positivo anche Piazza Affari dove il Ftse Mib si spinge appena sopra la soglia dei 21.800 punti, con un progresso dello 0,45%. 
Tra le blue chips in controtendenza segnaliamo Brembo che arretra dell'1,12% e sono deboli alcune utilities come A2A e Terna che scendono dello 0,7% e dello 0,56%, seguiti da Italgas che cala dello 0,21%, mentre resta sulla parità Enel preceduto da Snam che sale dello 0,2%.
In calo dello 0,74% Exor che tira il fiato dopo la recente corsa al rialzo, mentre Fca sale dello 0,24% dopo che il gruppo su richiesta della Consob ha fatto sapere di ricevere talvolta contatti in merito a possibili operazioni strategiche, senza però commentare le ultime indiscrezioni.
Acquisti sui bancari tra i quali spicca Banco BPM con un progresso del 2,14% dopo che Aviva ha esercitato l'opzione di vendita dell'intera quota detenuta in Avipop Assicurazioni.
Unicredit e Ubi Banca crescono dell'1,08% e dello 0,76%, seguiti da Mediobanca e Intesa Sanpaolo che si apprezzano di circa mezzo punto , mentre Bper Banca si accontenta dello 0,17%.
Contrastati i titoli del settore oil malgrado la ripresa del petrolio con Saipem in salita dell'1,52%, seguito da ENI che avanza dello 0,3%, mentre Tenaris cede lo 0,43%. 
Sul fronte macro Usa oggi sarà reso noto il dato preliminare degli ordini di beni durevoli che a luglio dovrebbero mostrare una flessione del 4%, in netto calo rispetto al rialzo del 6,5% precedente, mentre al netto della componente trasporti si stima un rialzo dallo 0,2% allo 0,6%.


Mezz'ora dopo l'apertura di Wall Street avrà inizio il discorso del presidente della Fed, Janet Yellen, al simposio di Jackson Hole.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.