-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 3 agosto 2017

Bce: la ripresa c'è ma mancano inflazione e riforme

I mercati europei continuano ad essere impostati verso un ottimismo che, per quanto debole, conferma il territorio positivo anche oggi. Alle 12.30 l'Eurozona registrava su Piazza Affari un saldo pari a +0,3% con 21.643 mentre il Ftse100 non andava oltre lo 0,2 e il Cac40 di Parigi a 0,2%.
Unica eccezione, il Dax con un passivo dello 0,3%.

I numeri del bollettino

La ripresa c'è, ed è anche robusta, quello che manca è una dinamica dei prezzi forte. Questa, in estrema sintesi, la conclusione cui è giunta la Bce nel suo bollettino economico che attribuisce molti dei lati positivi di questa ripresa proprio alle dinamiche virtuose delle politiche monetarie che avrebbero favorito la ripresa degli investimenti e dei finanziamenti.

Inoltre saranno proprio queste dinamiche e soprattutto questa ripresa costante, a permettere all'inflazione, di tornare in linea con le attese del Consiglio direttivo. Anche per questo la Bce continuerà con il cammino che si era preposto ovvero il proseguimento del Quantitative Easing (QE) con acquisti di asset per 60 miliardi di euro fino alla fine dell'anno o anche oltre se necessario.
Nota dolente, la lentezza delle riforme e la loro relativa attuazione "in particolare nei mercati dei beni e servizi, e dalla necessità di effettuare ulteriori aggiustamenti di bilancio in numerosi settori, nonostante i miglioramenti in atto", scrive la Bce.

I dati macro dell'Eurozona

Impossibile non negare, in tutto questo, che i numeri sembrano dar ragione al governatore Mario Draghi.

A confermarlo i dati macro su più fronti. In primis la lettura media dell’indice PMI Markit sia per la manifattura sia per i servizi ancora oltre i 50 punti (limite di confine tra la crescita e la stasi) con l’indice dei direttori d’acquisto delle attività terziarie nella Zona Euro che a luglio è arrivato a 55,4 punti mentre il PMI Composite ha registrato un saldo di 55,7 punti, anche se in realtà in calo sui precedenti 56,3.
A questo risultato si aggiunga anche la pubblicazione, non più tardi di 48 ore fa, del prodotto interno lordo dell'eurozona: nel secondo trimestre si è visto un risultato di 0,6% contro il +0,5% del primo. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.