-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 20 luglio 2017

Wall Street da record. Tech ai massimi dal 2000 nell'S&P 500


Non basta il crollo del 4,20% di Ibm (delude la sua trimestrale) a fermare la corsa del Dow Jones Industrial Average che, dopo un avvio di seduta in sordina, chiude in progresso dello 0,31% sui nuovi massimi di 21.640,75 punti, accodandosi ai record già toccati in intraday da S&P 500 e Nasdaq Composite.
E in una giornata di record da segnalare anche quello dell'S&P 500 Information Technology che chiude sui massimi di 17 anni a 992 punti. Per la prima volta viene infatti superato il livello toccato nel pieno della bolla delle dot-com il 27 marzo 2000. L'S&P 500 guadagna lo 0,54% al nuovo picco di 2.473,83 punti, ma degli undici sotto-indici, tutti in positivo, il migliore non è quello tecnologico bensì l'energy, che sale dell'1,39% in scia al balzo dell'1,50% del prezzo del greggio dopo che il calo settimanale delle scorte in Usa è stato ampiamente superiore alle attese degli economisti.

Fa record dunque anche il Nasdaq che guadagna lo 0,64% a 6.385,04 punti, portando a nove le sedute consecutive in rialzo.
La tornata di trimestrali per la Corporate Usa porta una novità per i big di Wall Street. Morgan Stanley ha presentato risultati che hanno evidenziato, come fatto in precedenza da Jp Morgan, Citigroup, Bank of America e soprattutto Goldman Sachs, una debolezza nelle attività di trading.
Come gli altri big di Wall Street, anche Morgan Stanley ha battutto le attese del mercato, ma la sua flessione delle entrate dal trading (3,2 miliardi di dollari nel secondo trimestre, contro i 3,3 miliardi di un anno prima) è stata decisamente meno netta e il titolo va in rally, segnando un progresso del 3,28% al termine delle contrattazioni.
Sotto i riflettori c'è però anche l'M&A. In vetta all'S&P 500 con un balzo del 20,83% si piazza Vertex Pharmaceuticals. La biotech di Boston, miglior performer anche del Nasdaq, ha comunicato risultati positivi dagli studi clinici relativi ai suoi trattamenti per la fibrosi cistica.
Il che, come nota Geoffrey Porges, analista di Leerink citato da MarketWatch, aumenta le probabilità che Vertex diventi obiettivo di buyout. A ruota seguono Scripps Networks Interactive (in progresso del 14,73%) e Discovery Communications (4,34% il suo guadagno e seconda migliore performance al Nasdaq), dopo che Reuters ha riportato che i due big della pay-tv sarebbero tornati a trattare una fusione dopo il fallito tentativo di tre anni fa.
(RR - www.ftaonline.com)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.