-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 3 luglio 2017

Volatilità e assenza di trend: attese nel breve e titoli hot

 
Di (KSE: 003160.KS - notizie) seguito riportiamo l’intervista sull’indice Ftse Mib e su alcune delle blue chips quotate a Piazza Affari, con domande rivolte a Roberto Scudeletti, trader indipendente e titolare del sito www.prtrading.it .
L’indice Ftse Mib ha vissuto un’altra settimana in discesa che lo ha spinto nella parte bassa del trading range in cui si sta muovendo da fine maggio. E’ a rischio una prosecuzione delle vendite nel breve?
Per la quinta settimana di fila Piazza Affari rimane ingabbiata in un non-trend volatile, ma senza direzionalità e ora si trova nella parte bassa del movimento laterale 21270-20500 circa, in attesa di cosa fare “da grande”.
In effetti sotto 20.495 punti di Ftse Mib, che sono i massimi della candela mensile di marzo, è possibile assistere ad una ulteriore discesa, con obiettivo intermedio il supporto giornaliero della media a 100 periodi e quello settimanale della media a 24 periodi, rispettivamente a 20330 e 20200 punti.
Non sarà da escludere un eventuale approfondimento a 19.930 che corrisponde sia alla chiusura del gap up di aprile scorso sia alla media a 200 periodi settimanale, area da cui mi attendo un rimbalzo.
Viceversa sulla tenuta di 20.495 punti sono possibili rimbalzi, con spazio per le resistenze giornaliere e settimanale tra 20860 e 20880 circa, eventuale estensione a 21030-21155 prima dell’attacco alla parte alta del limbo a 21270 punti, alla cui rottura assisteremo ad un ritorno a 21500 e sui massimi dell’anno a 21829 punti.
Nel settore bancario come valuta l’attuale impostazione di Ubi Banca e Bper Banca? Quali strategie ci può suggerire per questi due titoli?
Ubi Banca dopo l’ennesima scoppola tipica del comparto bancario stava effettuando un efficace tentativo di inversione rialzista, con accelerazione quasi verticale, seguita dalla recente fase correttiva e dall’attuale tentativo di rimbalzo, alle prese con un doppio massimo in formazione.
Infatti il titolo sul doppio minimo crescente sopra 1.90 e 1.97 euro ha superato la media a 200 periodi a 2.70 euro, per impennarsi verso 3.83-3.70 e 4.17 euro, con correzione repentina a 3.25 e l’attuale ripresa ostacolata dal recente doppio massimo decrescente a 3.946 con attuale lieve discesa a 3.76 circa. Entrare con una piccola quota solo sopra 3.88 e 3.98 euro da accumulare a 3.70-3.58 euro, con stop sotto 3.48 euro e profitto a 4.30-4.50 euro.
BPER Banca ha effettuato anch’essa, come la stragrande maggioranza delle sorelle bancarie, una discesa libera che poi si è tramutata in slavina, con minimo relativo, inversione rialzista addirittura al raddoppio e attuale fase di correzione.
Sulla tenuta di 2.50 euro di luglio 2016 il titolo ha infatti rialzato la testa con accelerazione verso 5.80-5.30 euro e attuale nuova fase correttiva in zona 4.56-4.36 circa. Entrare con una quota sopra 4.60 euro da accumulare a 4.48-4.34 con stop sotto 4.25 euro e profitto a 5-5.25 euro.
Venerdì scorso UnipolSai e Unipol hanno imboccato sentieri opposti, con il primo in netto calo e il secondo in buon rialzo. Quali consigli operativi ci può fornire per questi due titoli?
UnipolSai è il dottor Jeckill & Mister Hyde della borsa italiana per il mutamento da titolo buono in grande salita che poi si è trasformato in un mostro, capace di crollare verso una quota centesimale, gioia e dolori per i suoi prima ricchi e poi poveri azionisti.
Dopo il minimo del 2012 a 0.836 euro, il titolo ha effettuato una ripresa al raddoppio con falsa rottura di 2.80 euro, discesa con accelerazione a 1.25 euro, recente rimbalzo a 2.25 euro e attuale fase correttiva sull’importante supporto della media a 200 periodi giornaliera a 1.91 circa.
Entrare solo sopra 1.98 euro, con una quota da accumulare a 1.91 con stop sotto 1.845 euro e profitto a 2.15-2.25 euro.
Unipol dopo una profonda discesa negli ultimi anni, replicata anche nel 2016, ha intrapreso una inversione rialzista, percentualmente di grande soddisfazione, interrotta dalla recente correzione, con l’attuale ripresa in atto.
Infatti dopo la tenuta nel 2016 di 1.90 euro, il titolo è risalito fortemente verso 4.38 euro, con fase discendente in zona 3.54 e presente rimbalzo verso 3.93-3.84 circa. Entrare solo sopra 3.87 euro, con una quota da accumulare a 3.78 e 3.69 con stop sotto 3.53 euro e profitto tra 4.25 e 4.50 euro.
Fca continua ad indietreggiare in direzione di 9 euro, ma sta perdendo posizioni anche Exor. Valuterebbe un acquisto di questi due titoli sui livelli attuali?
FCA dopo un folgorante rialzo ad inizio 2015, aveva innestato la retromarcia, con una profonda discesa culminata da una base e una successiva fase scoppiettante di ripresa, addirittura in maniera verticale, con recente fase di incertezza correttiva.
Dopo la falsa rottura dei 10 euro il titolo ha dimezzato il proprio valore, con un doppio minimo in zona 5-04-4.89 euro, forte accelerazione con seconda falsa rottura, questa volta degli 11 euro e attuale movimento laterale ribassista tra 9-9.75 in attesa di definizione. Entrare con una piccola quota prudente sopra 9.745 e 10 euro, da accumulare a 9.55 e 9.15 euro, con stop sotto 8.70 euro e profitto a 10.75-11.25 euro.
Exor negli ultimi 2-3 anni aveva sviluppato un chiaro movimento rialzista da manuale dell’analisi tecnica secondo la teoria di Dow, caratterizzato infatti da massimi e minimi crescenti, seguito da un veloce crollo e dall’attuale fase di ripresa.
Dopo l’esplosione rialzista sul massimo storico a 47.18 di agosto 2015, il titolo ha infatti dimezzato velocemente poco sopra i 23 euro, con la corrente ascesa verso un nuovo top a 54.60 euro, attualmente preda dei venditori in zona 47.40 circa. Comprare una piccola quota sopra 50 e 51.50 euro, da accumulare a 48.60 con stop sotto 47 euro e profitto a 55-58 euro, su massimi inesplorati.
Quali sono i titoli che sta seguendo più da vicino nella sua operatività? A quali consiglia di guardare ora?
Monitoriamo con attenzione: BUZZI UNICEM, ENEL, MEDIASET, TENARIS, YOOX.

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.