-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 6 luglio 2017

Prelios in rialzo su NPL Carige, ma non è l'unico dossier


Acquisti su *Prelios *a Piazza Affari: il titolo della società guidata dal vicepresidente Cesare Ferrero recupera il 2,24% e si riporta a 10,94 centesimi dopo aver toccato un massimo a 11,2. Si tratta probabilmente di una reazione dopo cinque sedute di ripiegamento seguite ai top a 12 centesimi del 28 giugno scorso.
La novità di oggi è che la controllata *Prelios Credit Servicing *seguirà proprio il servicing nella cartolarizzazione di sofferenze da 938,3 milioni di euro di *Banca Carige *tramite il veicolo Brisca Securisation Srl. Per l'operazione arranger e placement agent è invece la Banca Imi di Intesa Sanpaolo.

Il servicer di un'operazione di cartolarizzazione è colui che continua a gestire i crediti cartolarizzati (in questo caso le sofferenze di Carige) dopo la cessione alla società veicolo. 
Nel 2016 Prelios Credit Servicing, guidata dall'ad *Riccardo Serrini *(direttore generale del gruppo cui riportano anche le Funzioni di Holding), ha acquisito nuove masse in gestione per circa un miliardo di euro e il valore contabile lordo complessivo del suo portafoglio in gestione ha raggiunto i 9,5 miliardi di euro.
Prelios Credit Servicing è soltanto una delle divisioni del gruppo che comprende anche Prelios SGR (gestione fondi immobiliari e asset management), Prelios Integra, Prelios Agency, Prelios Valuations e Prelios Immobilien Management.
Da ricordare che la prevista gara per un partner di maggioranza della SGR *che sembrava avere attirato diversi investitori è stata *in pratica congelata alla fine della scorsa settimana.
soci di riferimento *sono attualmente *Pirelli *(12,9%), *Intesa Sanpaolo (10,2%), *Unicredit *(11,7%) e il patto guidato da *Fulvio Conti *con il 23,2 per cento. I rumors parlavano di manifestazioni d'interesse dagli italiani Tecnoinvestimenti, da Davidson Kempner, da Cefc con offerte in linea con i prezzi di mercato del titolo.

Da vicino però un possibile intervento sarebbe studiato anche da Castello SGR, Primonial e Savills.
La nota dello scorso 29 giugno del gruppo confermava l'interesse manifestato da Davidson Kempner e Tecnoinvestimenti *all'advisor Mediobanca per possibili operazioni su Prelios. Prelios aveva inoltre precisato di non essere a conoscenza di una possibile vendita delle azioni del gruppo controllate da UniCredit, Intesa Sanpaolo e Pirelli o di eventuali offerte o accordi e smentiva contatti con il Gruppo CEFC.

D'altronde su richiesta della Consob, *Unicredit, Intesa Sanpaolo e Pirelli
 avevano precisato che le indiscrezioni circolate sulla stampa erano "*ricostruzioni inesatte su operazioni oggetto di negoziazione *ma allo stato né concretizzate né certe".
Adesso le grosse operazioni sugli NPL della controllata del servicing di Prelios hanno probabilmente rallentato il processo, ma che le banche e Pirelli studino un'uscita dal gruppo o almeno un allargamento del capitale importante ad altri soggetti appare confermato.
Quali siano i piani di Mediobanca, che coordina non solo la gara sulla SGR, ma anche la cessione degli asset tedeschi di asset management, sarò forse soltanto il tempo a dirlo.
(GD - www.ftaonline.com)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.