-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 20 luglio 2017

Piazza Affari ripropone un copione già visto: cosa accadrà ora?

Davide Pantaleo
 
Seduta a due facce quella odierna per le Borse europee che, dopo aver provato a spingersi in avanti nella prima parte della giornata, hanno frenato il passo nel pomeriggio dopo la conferenza stampa del presidente Draghi cui ha fatto seguito un'accelerazione rialzista dell'euro-dollaro. Solo il Ftse100 è riuscito a schivare le vendite, salendo in controtendenza dello 0,77%, mentre il Dax30 e il Cac40 sono scesi rispettivamente dello 0,04% e dello 0,32%.
Piazza Affari prima illude e poi delude
In rosso anche la conclusione di Piazza Affari dove il Ftse Mib ha terminato le contrattazioni a 21.438 punti, con un calo dello 0,19%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 21.592 e un minimo a 21.403 punti.
L'indice delle blue chips ha aggiornato frazionalmente oggi i massimi intraday del 14 e del 17 luglio scorsi, avvicinando ulteriormente l'area dei 21.600 punti prima di avviare un ritracciamento in direzione di area 21.400.
Con la seduta odierna arriva l'ennesima conferma della rilevanza dell'ostacolo in area 21.500/21.600, la cui tenuta per ora sta frenando le velleità rialziste del mercato.
Come già evidenziato nelle rubriche dei giorni scorsi, sarà solo con il superamento di area 21.500/21.600 che il Fste Mib potrà allungare il passo verso i massimi dell'anno in area 21.800 prima e in direzione della soglia psicologica dei 22.000 punti in seguito.
Con la violazione di quest'ultima area si potranno mettere in conto ulteriori evoluzioni positive che avranno come target di breve i 22.400/22.500 punti nella migliore delle ipotesi.
Fino a quando l'indice delle blue chips non riuscirà a scavalcare la fascia resistenziale dei 21.500/21.600 punti, non saranno da escludere ripiegamenti che troveranno un primo obiettivo in area 21.200.
La perdita anche di questo livello indebolirà la struttura del Ftse Mib che proseguirà la sua discesa verso i 21.000 punti prima e in seguito in direzione dei 20.800/20.700. Il supporto più rilevante però è quello dei 20.550/20.500 e sarà solo la perdita di questa soglia che aprirà le porte ad uno scenario ribassista a Piazza Affari.
Calendario privo di dati macro: occhio alle trimestrali Usa
Per domani non sono previsti dati macro di rilievo in America, dove prima dell'apertura di Wall Street saranno diffusi i conti trimestrali di General Electric (Euronext: GNE.NX - notizie) e di Colgate-Palmolive, con un eps atteso di 0,25 e di 0,72 dollari, ma si conosceranno anche i numeri del secondo trimestre di Honeywell International (Francoforte: 870153 - notizie) e di Moody's che per non deludere le attese dovranno centrare l'obiettivo di un utile per azione pari rispettivamente a 1,78 e a 1,34 dollari.
Anche in Europa non sono attesi aggiornamenti macro e si guarderà al verdetto di DBRS sul rating della Germania, mentre S&P si pronuncerà sul rating della Grecia e Fitch su quello della Spagna.
Scadenze tecniche mensili a Piazza Affari
A Piazza Affari si segnala l'appuntamento con le scadenze tecniche mensili dei contratti di opzione sulle azioni e sugli indici con termine a luglio.  

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.