-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 6 luglio 2017

Piazza Affari mostra i muscoli, ma per ora non basta

Il frazionale recupero messo a segno ieri ha lasciato il posto quest'oggi ad un ritorno delle vendite per le Borse europee che hanno chiuso gli scambi in rosso. Il Ftse100 è sceso dello 0,41%, mentre il Cac40 e il Dax30 hanno riportato un calo rispettivamente dello 0,53% e dello 0,58%.

Piazza Affari più forte delle altre Borse: cosa aspettarsi domani?

Ben diversa la conclusione di Piazza Affari che ieri non è ha evitato il segno meno, ma oggi è stata in grado si spingersi in avanti, mostrando una maggiore forza relativa rispetto agli altri mercati europei.

Il Ftse Mib si è fermato sui massimi intraday a 21.084 punti, con un progresso dello 0,69%, dopo aver segnato un minimo a 20.854 punti. 
Accogliamo senza dubbio con favore il rialzo odierno, anche se gli spunti positivi delle ultime ore non sono sufficienti a cambiare lo scenario di fondo del Ftse Mib, ancora imbrigliato in trading range.
I tentativi di consolidamento al di sopra dei 21.000 punti dovranno essere accompagnati da una rottura decisa dei 21.150/21.200, evento quest'ultimo che interromperà la fase laterale in atto da settimane.

Oltre il livello appena segnalato ci sarà spazio per un test di area 21.500, rotta la quale sarà molto probabile un allungo sui massimi dell'anno a 21.800, con eventuali estensioni rialziste fin verso la soglia psicologica dei 22.000 punti nella migliore delle ipotesi.
Ritorni al di sotto dei 21.000 punti costringeranno a guardare in primis al supporto dei 20.700 punti, ma il sostegno più rilevante è quello dei 20.600/20.500.
Con il cedimento di questa soglia di prezzo si avrà un'interruzione del trading range con una rottura ribassista che proietterà i corsi verso i 20.200/20.000 punti, con probabile chiusura del gap-up lasciato aperto il 24 aprile a 19.930 punti. 
Negative saranno ulteriori evoluzioni al di sotto di questo livello con possibili flessioni verso i 19.500 punti e i 19.000 in un secondo momento.

I market movers in America e in Europa

La prossima giornata sarà piuttosto impegnativa vista l'importanza dei dati macro che saranno diffusi in America, i quali potrebbero favorire un incremento della volatilità.


Domani i riflettori saranno puntati sul report sull'occupazione, dal quale con riferimento al mese di giugno ci si attende un tasso di disoccupazione invariato al 4,3%, mentre il numero di nuovi occupati nel settore non agricolo dovrebbe attestarsi a 183mila unità, in aumento rispetto alle 138mila di maggio.
In giornata si segnala anche un discorso di Stanley Fisher, vice presidente della Banca Centrale americana.
Nel pomeriggio sarà pubblicato il Monetary Policy Report, il documento di politica monetaria redatto dalla Fed su base semestrale.
In Europa domani si guarderà alla Germania dove sarà diffuso il dato relativo alla produzione industriale che a maggio dovrebbe mostrare una variazione positiva dello 0,3% rispetto al rialzo dello 0,8% precedente.

Lo stesso dato in Francia è visto in salita dello 0,5%, in deciso recupero in confronto alla flessione dello 0,5% di aprile. 
Da segnalare che domani avrà inizio la prima giornata della riunione del G20. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.