-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 24 luglio 2017

L’USD si stabilizza in vista della riunione del FOMC di luglio

Swissquote
 
Il rally dello JPY può continuare
By Arnaud Masset
Nelle ultime due settimane, lo yen giapponese ha compiuto un forte rally, mentre gli investitori hanno continuato a scomputare l’impostazione da falco della Fed. L’USD/JPY ha sfondato al ribasso il supporto a 111 (livello psicologico e 61,8% di Fibonacci sul rally di giugno e luglio). Ora la strada è spianata per un ulteriore declino, il primo obiettivo è la soglia a 109.
Mercoledì, a conclusione della riunione di luglio della Federal Reserve, ci sarà solo un comunicato aggiornato. Per le nuove previsioni economiche e la conferenza stampa dovremo aspettare la riunione di settembre. Ecco perché probabilmente sarà un non-evento, Janet Yellen coglierà sicuramente l’opportunità per guadagnare tempo, piuttosto che precipitarsi a restringere la politica monetaria. Ormai però rimane poco tempo e rinviare di nuovo la stretta invierebbe un segnale negativo agli investitori. La riunione di settembre sarà quindi il prossimo evento chiave.
In vista della riunione, il mercato monitorerà con attenzione i dati economici dagli USA. Un’inversione del trend negativo degli ultimi mesi innescherà un rapido riprezzamento di un solido ritmo di restringimento, che si tradurrebbe in rendimenti più alti e un dollaro più forte. Nel (Londra: 0E4Q.L - notizie) frattempo, anche se crediamo che la svalutazione del dollaro abbia raggiunto il limite nei confronti di molte delle altre valute, lo yen giapponese potrà apprezzarsi ulteriormente, grazie al suo status di rifugio sicuro.
Il rally dello JPY può continuare
By Yann Quelenn
Il mercato immobiliare USA continua a crescere in modo significativo. Il dato sulle vendite di case esistenti, uno degli indicatori chiave dell’economia USA, continua a crescere e ora è sui livelli del 2007. Oggi sarà pubblicato il dato di giugno, che dovrebbe restare sui livelli di maggio, ovvero ai massimi storici! Ora la domanda da un milione di dollari è se il mercato immobiliare statunitense sia in una bolla e quando questa scoppierà. Come le borse USA, anche il mercato immobiliare è stato sostenuto in gran parte dal denaro a costo zero fornito dalla Fed nell’ultimo decennio.
Inoltre, i livelli dei prezzi delle abitazioni sono più alti del 2007. Al momento non vi è alcuna prova che abbiamo raggiunto un punto d’inflessione e potremmo assistere a prezzi più alti. Tuttavia, la Fed si è già detta preoccupata per la valutazione degli asset…sulle borse. Ciò nonostante, il commento “inaspettato” da colomba di Yellen sembra richiedere maggiore pazienza. In particolare, il livello del debito negli USA è troppo elevato e l’inflazione troppo bassa per aumentare i tassi. Ma i mercati non sembrano preoccuparsi di questi livelli.
Rimarremo rialzisti sull’EUR/USD almeno fino a settembre. I mercati prevedono che la BCE (Toronto: BCE-PRA.TO - notizie) accennerà a un restringimento aggiuntivo e seguirà il corso della Fed. A nostro avviso, c’è ancora un po’ di spazio per un ulteriore aumento dell’eurodollaro.

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.