-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 19 luglio 2017

L'ultimo messaggio di Borsellino: indagare su mafia e affari


"A mio padre stavano a cuore i legami tra mafia, appalti e potere economico". A distanza di 25 anni dalla strage di via D'Amelio, ha ricordato anche questo negli ultimi giorni la figlia minore di Paolo Borsellino, Fiammetta, che dopo anni di silenzio è uscita allo scoperto per denunciare i "buchi neri" della lunga e per nulla chiara stagione dei processi per la morte di suo padre.
Parole che dimostrano come il 19 luglio resti ancora dopo un quarto di secolo - oltre che occasione per recuperare la memoria di un uomo e di un giudice che ha fatto della coscienza morale e della dedizione al proprio lavoro il primo antidoto alla passiva accettazione dei fenomeni criminali - anche pretesto per dire ancora una volta quello che l'economia mafiosa rappresenta, tutt'oggi, in Italia. 

La mafia delle stragi è sconfitta?

Ieri, sul Corriere della Sera il magistrato Giuseppe Pignatone ha raccontato in una lunga ricostruzione "come abbiamo sconfitto la mafia delle stragi", ossia quel gruppo di potere militare coordinato da Riina e Provenzano, che dagli anni settanta ha guidato Cosa Nostra in una lunga scia di attentati fino alle soglie di una "sfida aperta alle istituzioni democratiche" dello Stato.

 
Una tesi che ha degli aspetti di verità, anche se resta tutto da dipanare il filo delle trame e delle complicità che lascia intravedere il coinvolgimento di pezzi delle istituzioni nella strategia stragista.  E' di pochi giorni fa la sentenza della Corte d'Assise d'Appello di Catania che ha assolto gli imputati ingiustamente coinvolti nel primo processo per la strage di via D'Amelio dal falso pentito Vincenzo Scarantino, perno di un depistaggio che ancora oggi ha dei contorni oscuri. 
Quell'appendice - "delle stragi" - dice però anche qualcos'altro.

E cioè che che se è vero che la mafia siciliana ha sofferto la reazione dello Stato, altre mafie hanno nel frattempo riempito il vuoto. E soprattutto, che non è venuta meno la presa economica dei clan sulla società italiana.
Era stato Giovanni Falcone il primo a denunciare la necessità di risalire il fiume di denaro che ne alimenta le casse per scardinare la presa delle organizzazioni mafiose sul tessuto della società italiana.

Il Borsellino che voleva indagare su appalti e malaffare proseguiva in questo sulla stessa strada. E i numeri di oggi dimostrano che avevano ragione entrambi.

I numeri della prima "azienda italiana"

Stando a delle stime fornite dalla Commissione Antimafia, la rete criminale è oggi in grado di generare un fatturato pari a 150 miliardi di euro l’anno.
Cifre che sono ovviamente puramente indicative, rivelando però con buona approssimazione le dimensioni di un fenomeno che resta una vera e propria industria. 
Qualche spunto di confronto ne ha tratto ad esempio recentemente il giornalista del Sole 24 Ore Gianni Dragoni, calcolando che messi insieme, gli introiti complessivi della rete criminale ne fanno la prima società italiana per giro d’affari.
Per fare un contronto, Exor, la cassaforte degli Agnelli che ha in pancia Fiat-Chrysler, Ferrari, Cnh, le assicurazioni Partner Re, e la Juve ha fatturato 111 miliardi nel 2016.

Senza considerare che le attività dei clan hanno livelli di profittabilità del tutto incomparabili con quelli delle imprese legali. La Confesercenti ha per esempio stimato che l'ammontare dei ricavi che le mafie riescono a trasformare in profitti si aggira sui 105 miliardi ogni anno.
Una cifra che supera di 34 volte gli utili di Intesa Sanpaolo, prima banca italiana.
E che ha permesso al giornalista di azzardare una simulazione sul valore di Borsa di un'ipotetica Mafia Spa quotata a Piazza Affari: calcolando la media del rapporto prezzo-utili delle quotate milanesi, il suo valore di mercato arriverebbe alla stratosferica cifra di 1.680 miliardi, quasi il triplo di tutte le 260 società italiane quotate sui listini italiani (587,6 miliardi, dati di aprile), e persino superiore a quella di Apple la società più capitalizzata al mondo. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.