-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 20 luglio 2017

Il Ftse Mib guarda al top 2017: i titoli pronti ad allungare

Davide Pantaleo
 
Di (KSE: 003160.KS - notizie) seguito riportiamo l’intervista realizzata a Pietro Origlia con domande sull’indice Ftse Mib e su alcune delle blue chips quotate a Piazza Affari.
Il Ftse Mib sta mostrando qualche titubanza a contatto con l'area dei 21.500 punti, senza aver subito per ora ritracciamenti degni di nota. Quali sono le sue attese per le prossime sedute?
In attesa della riunione della BCE (Toronto: BCE-PRA.TO - notizie) in programma tra poche ore, un importante market mover per capire gli scenari futuri del QE, i principali mercati azionari trovano nuovi spunti rialzisti. Segnati ulteriori record a Wall Street, trainata sia dal settore TECH che dagli ottimi dati comunicati da Morgan Stanley (Xetra: 885836 - notizie) , che mettono ancora una volta in un angolo i problemi legati all'amministrazione Trump.
Sul mercato delle valute, nonostante le prese di beneficio di ieri, rimane sempre forte l'EURO che nei confronti del DOLLARO si mantiene oltre la soglia degli 1.15, con prossimi target situati sui top del 2016 in area 1.16.
Arrivando a dare uno sguardo al nostro indice principale, non cambia la view rispetto alla scorsa settimana, con il FTSE Mib atteso al test dei 21500 punti, oltre i quali si dovrebbero avere ulteriori allunghi in direzione dei massimi del 2017 in area 21.800.
Al ribasso segnali di debolezza arriverebbero solo con il ritorno dei prezzi sotto i 21250 punti.
Tra i bancari qual è il suo giudizio su Bper Banca e Ubi Banca (Amsterdam: UF8.AS - notizie) ? Quali strategie ci può suggerire per questi due titoli?
Trend ancora rialzista per BPER BANCA che con il break dei 5 euro invierebbe un ulteriore segnale di acquisto con primi target situati sui 5.30 euro.
Proseguono al contrario le prese di beneficio sul titolo UBI BANCA, le cui quotazioni tornano pericolosamente sotto le ex resistenze poste sui 4 euro. In caso di mancato recupero il titolo potrebbe spingersi in direzione dei 3.70-3.75 euro.
Alla luce del recente andamento dei prezzi del petrolio, quali indicazioni operative ci può fornire per due titoli del settore oil come Saipem (Londra: 0NWY.L - notizie) ed ENI (Londra: 0N9S.L - notizie) ?
Nelle ultime sedute si è arrestato il rimbalzo di SAIPEM che tornando sotto i 3.50 euro potrebbe andare a testare i prossimi supporti situati sui 3.25 euro.
Tendenza ancora chiaramente ribassista per il titolo ENI che solo con il superamento delle prime resistenze di breve situate sui 13.40 euro invierebbe un segnale di acquisto.
Qual è il suo giudizio su Fca ed Exor? Consiglierebbe di acquistare questi due titoli sui livelli attuali?
Trend di breve rialzista per il titolo FCA che oltre i 10.50 euro aprirebbe le porte per un test sui massimi del 2017 in area 11 euro.
Recupero in corso anche per la capogruppo EXOR che con il break dei 51.50 euro avrebbe un primissimo target sui 53 euro e a seguire 55 euro.
Quali sono i titoli che sta seguendo più da vicino nella sua operatività? A quali consiglia di guardare ora?
Tra i titoli impostati al rialzo segnalo FERRARI (Xetra: 30092157.DE - notizie) (già indicato la scorsa ottava) che superando i suoi massimi invia un segnale di acquisto.
A seguire BASICNET (Milano: BAN.MI - notizie) con conferme oltre i 3,95 euro ed infine GEOX (Londra: 0KHH.L - notizie) oltre area 3.18 euro.
Buon trading
Per consultare le PERFORMANCE dei nostri PORTAFOGLI clicca qui

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.