-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 31 luglio 2017

FCA poco mosso: clima d'attesa dopo le novità arrivate dagli USA


Seduta di navigazione tranquilla a Piazza Affari per Fiat Chrysler Automobiles, che a metà giornata si muove poco sopra la parità dopo i commenti positivi degli analisti alle notizie arrivate nel fine settimana dagli USA, dove la casa automobilistica italo-americana ha ricevuto venerdì scorso il via libera per la vendita di alcuni modelli di veicoli diesel prodotti nel 2017.
Il titolo FCA, che aveva terminato le contrattazioni venerdì in rialzo dello 0,10%, registra poco dopo le 14 un discreto avanzamento a quota 10,21 euro, in rialzo frazionale dello 0,39% e a fronte di volumi di scambio estremamente bassi: sono solo 2,1 milioni le azioni transitate sul mercato fino a questo momento, a fronte di una media di scambi giornalieri negli ultimi tre mesi pari a circa 13,7 milioni di pezzi.

La view di Banca Akros 

Stamane gli analisti di Banca Akros hanno salutato come "molto importante e molto positiva" la notizia, diffusa nel fine settimana, secondo cui FCA ha ricevuto dall'agenzia federale USA per l'ambiente i certificati di conformità per la produzione e la vendita di alcuni modelli diesel Ram e Chrysler, bloccati dopo l'inizio dell'indagine su 104 mila veicoli venduti tra il 2014 e il 2017.
Si tratta in particolare dei modelli Jeep Grand Cherokee e Ram 1500 MY 2017 con motori diesel da 3.0 litri, per i quali Fca aveva proposto un aggiornamento del suo software per il controllo delle emissioni in atmosfera: lo stesso che potrebbe presto essere accolto anche per i veicoli venduti dal 2014, ponendo termine a una vicenda che ha pesato per mesi sull'andamento del titolo.

Fca tratta a sconto

Nel ricordare che "la prevista multa in relazione al caso diesel è stimata tra pochi centinaia di dollari fino a 3,4 miliardi di dollari con una media di 1,5 miliardi di dollari", Akros si riserva di attendere "la fine del caso diesel prima di cambiare il target price" su Fca, attualmente fissato a 13 euro (rating "buy"), ma segnala che tale prezzo "sconta una penalizzazione di 2 euro per azione" proprio per la vicenda emmissioni.
In un report di un paio di settimane fa, gli analisti di Mediobanca dichiaravano di  considerare possibile che l'intera vicenda possa chiudersi ad agosto, e che ciò dovrebbe rappresentare un ottimo catalizzatore per il titolo proprio perché l'azione tratta con un certo sconto rispetto alla concorrenza a causa della pressione esercitata dall'attesa della sanzione.

La view di Goldman Sachs e Morgan Stanley

Da segnalare che FCA resta inoltre in "Conviction Buy List" di Goldman Sachs, raccomandato ancora per un acquisto nonostante l'analista Stefan Burgstaller abbia oggi tagliato da 20,10 a 19,20 il target price sull'azione dopo una parziale revisione delle stime sul risultato operativo (ebit).
Ieri invece avevano al contrario migliorato le loro stime su FCA gli analisti di Morgan Stanley, che hanno alzato da 13 a 14 euro il target price e ribadito la raccommandazione "overweight" alla luce dei risultati del secondo trimestre 2017, chiuso con un utile in forte crescita e uana riduzione del debito industriale a 4,23 miliardi di euro, mentre stamane. 
Nel frattempo, c'è attesa per i dati sulle vendite del settore auto a luglio, che secondo indiscrezioni dovrebbe rivelarsi un altro mese solido dopo le ottime performance dei mesi scorsi per i brand della casa del Lingotto: a giugno il gruppo guidato da Marchionne era riuscito a migliorare ancora la sua quota di mercato n Europa grazie alla leadership nel segmento A con Panda e 500 e al nuovo balzo delle immatricolazioni del marchio Alfa Romeo. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.