-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 25 luglio 2017

Bond News: Euromacro


Molte le cifre macroeconomiche pubblicate in giornata.
L'Ufficio Federale di Statistica Destatis ha reso noto che i prezzi alle importazioni in Germania nel mese di giugno sono diminuiti dell'1,1% su base mensile e sono cresciuti del 2,5% su base annuale, in ulteriore rallentamento rispetto alla lettura di maggio.
Le attese degli analisti erano fissate su un decremento mensile pari allo 0,7% e su una crescita del 2,9% su base annua.
In Francia l'Insee ha reso noto che l'Indice dei Prezzi di Produzione (PPI) e' diminuito nel mese di giugno dello 0,4%, a fronte di un calo pari allo 0,6% m/m della rilevazione precedente.
In Francia aumenta la fiducia dei consumatori nelle attività economiche. L'Insee ha comunicato che a luglio l'indice si e' attestato a 109 punti, superiore alle attese fissate su un indice di 108 punti ma in linea con la rilevazione precedente, rivista al rialzo da 108 punti.
In Germania e' stato reso noto che l'indice IFO sul clima di fiducia delle imprese tedesche relativo al mese di luglio si e' attestato a 116 punti, superiore alle attese degli analisti e alla rilevazione precedente fissate rispettivamente su un indice pari a 114,9 e 115,2 punti.

L'indice IFO (aspettative) e' risultato pari a 107,3 punti (consensus 106,5 punti). L'indice IFO sulle condizioni attuali e' cresciuto a 125,4 punti dai 124,2 punti rilevati in giugno.
In Italia a maggio l'Istat ha rilevato un significativo incremento congiunturale del fatturato industriale (+1,5%), che riporta l'indice sugli elevati livelli di dicembre.
Nella media degli ultimi tre mesi il fatturato aumenta dello 0,9% rispetto ai tre mesi precedenti.Anche per gli ordinativi a maggio si registra un incremento congiunturale (+4,3%). Nella media degli ultimi tre mesi l'indice subisce tuttavia una flessione pari all'1,0%.L'andamento congiunturale del fatturato a maggio è dovuto a incrementi sia sul mercato interno (+1,6%), sia su quello estero (+1,2%).

Anche per gli ordinativi, entrambi i mercati registrano incrementi (+3,9% l'interno e +4,9% l'estero).Gli indici destagionalizzati del fatturato segnano incrementi congiunturali per tutti i raggruppamenti principali di industria a eccezione dell'energia (-7,2%), particolarmente rilevante per i beni intermedi (+3,1%).Corretto per gli effetti di calendario (i giorni lavorativi sono stati 22 come a maggio 2016), il fatturato totale cresce in termini tendenziali del 7,6%, con incrementi del 6,7% sul mercato interno e del 9,3% su quello estero.L'indice grezzo del fatturato cresce, in termini tendenziali, del 7,5%: il contributo più ampio a tale incremento viene dalla componente interna dei beni intermedi.Per il fatturato l'incremento tendenziale più rilevante si registra nella metallurgia (+14,1%), mentre l'unica diminuzione riguarda le altre industrie manifatturiere (-5,9%).Nel confronto con il mese di maggio 2016, l'indice grezzo degli ordinativi segna un aumento del 13,7%.

Tutti i settori registrano incrementi, particolarmente rilevante per la fabbricazione di mezzi di trasporto (+19,5%).
In Gran Bretagna la Confederation of British Industry (CBI) ha annunciato che l'indice relativo agli ordini industriali e' risultato pari a 10 punti a luglio, inferiore alla rilevazione di giugno fissata su un indice di 16 punti.
Le attese erano fissate su un indice pari a 11 punti.
Aste in Europa:
- Il governo britannico ha collocato stamattina 2,250 mld di sterline di titoli Gilt 2047 con rendimento medio al 1,827%, in crescita rispetto a quello dell'asta precedente pari al 1,671%. Il bid-to-cover è stato di 2,17, mentre la "tail" si è attestata a 0,1 basis point.
Aumentano i depositi overnight presso la Bce.

L'ultima rilevazione giornaliera indica che i depositi di breve delle banche europee presso la Banca centrale europea ammontano a 578,930 milioni di euro, dai 577,182 milioni della lettura precedente. Crescono a 250 milioni di euro i prestiti marginali da 196 milioni della rilevazione precedente.
Spread BTP/Bund a 155 punti base nel primo pomeriggio.
Il rendimento dei titoli di Stato italiani a 10 anni si attesta al 2,11%.
Perdono terreno i titoli di Stato tedeschi. Il Bund future di settembre scende a 161,69 punti (-0,52%) ed il Bobl future a 131,85 punti (-0,19%).
(CC - www.ftaonline.com)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.