-

Class CNBC
Share Video
Share Video
-04:40Live-04:40
Live

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 27 giugno 2017

Utilities deboli, ma per gli analisti ci sono diversi titoli buy


A Piazza Affari la seduta odierna almeno fino a questo momento viene vissuta con il segno meno dai protagonisti delle utilities. A2A arretra dell'1,12%, seguito da Enel che cede lo 0,85%, mentre Snam e terna calano rispettivamente dello 0,44% e dello 0,36%, diversamente da Italgas che sta provando a riconquistare la parità.

Le indicazioni su A2A ed Enel

A dispetto dell'andamento debole di oggi, il settore delle utilities offre interessanti opportunità da cogliere.
Tra i vari protagonisti del comparto un'occasione d'acquisto è data da A2A, almeno secondo le indicazioni di Banca Akros che la scorsa settimana ha ribadito la raccomandazione "buy", con un prezzo obiettivo a 1,65 euro.
Un invito all'acquisto giunge anche da Equita SIM che fissa un fair value a 1,6 euro, in attesa di novità sul progetto definitivo di aggregazione delle utilities lombarde che sarà presentato agli azionisti entro fine luglio.

Gli analisti fanno notare che si tratterebbe di un'integrazione che porterebbe A2A ad essere presente in tutte le province della Lombardia, esclusa Mantova.
Equita SIM punta anche su Enel per il quale viene confermato il rating "buy" sul titolo, con un target price a 4,7 euro, dopo che la società attraverso la controllata Enel Green Power North America ha siglato un accordo per l'acquisizione dell'americana EnerNoc per un corrispettivo di 250 milioni di dollari.
La SIM milanese non si è ancora espressa sul deal, in attesa di capire i razionali economici di EnerNoc che ha registrato perdite rilevanti negli ultimi anni.
Una conferma positiva per Enel è arrivata nei giorni scorsi da Kepler Cheuvreux che invita ad acquistare il titolo con un fair value ìalzato da 5 a 5,5 euro.

Quest'ultima mossa tiene conto di un miglioramento delle stime sull'Ebitda riferite al periodo 2017-2019 per le attività in America Latina.
La view bullish su Enel secondo gli analisti riflette il profilo sicuro del gruppo e l'interessante ritorno per gli azionisti.

Cauti i giudizi su Italgas

Più cauti i giudizi su Italgas visto che per Morgan Stanley la raccomandazione è "equalweight", con un prezzo obiettivo rivisto al rialzo da 4,1 a 4,5 euro.
La banca americana ritiene sia necessaria maggiore visibilità sulle gare per le concessioni per avere ulteriore upside, fermo restando che il mix di crescita del dividendo e dell'utile per azione di Italgas è interessante rispetto ai competitors.
Non si sbilanciano neanche i colleghi di Equita SIM che sul titolo hanno una raccomandazione "hold", con un target price a 5 euro.

Con riferimento alla gara per gli asset di Gas Natural, la SIM milanese ritiene che l'operazione sarebbe interessante per Italgas, in quanto accelererebbe il piano di crescita nella distribuzione in Italia, con l'obiettivo di arrivare ad una quota del 40% di mercato e compensando lo slittamento di un anno atteso nell'avvio delle gare.

Le strategie suggerite per Snam e Terna

Quanto a Snam, Banca Akros suggerisce di accumularlo in portafoglio con un fair value a 4,3 euro.
Gli analisti guardano con favore alla potenziale acquisizione di due asset del gas da Edison, pur parlando di un deal limitato. 
Non diversa la posizione di Mediobanca Securities che segnale l'importanza strategica dei terminali di gas naturale. Gli analisti hanno una view bullish su Snam, con un rating "outperform" e un prezzo obiettivo a 4,45 euro.
Poco entusiasmo anche per Terna che oggi è finito sotto i riflettori dopo che il gruppo ha firmato il closing dell'acquisizione dal gruppo Planova di due concessioni per la realizzazione ed esercizio di circa 500 km di infrastrutture elettriche in Brasile.
Un accordo che secondo gli analisti di Banca IMI rientra nella strategia di terna per lo sviluppo di reti e infrastrutture elettriche all'estero.

Indicazioni in tal senso erano state già fornite a febbraio, motivo per cui gli analisti non cambiano idea sul titolo, mantenendo invariato il rating "hold", con un fair value a 4,6 euro.
Prudenti anche gli analisti di Banca Akros che proprio oggi hanno lasciato invariata la raccomandazione "neutral" su Terna, con un prezzo obiettivo a 5 euro.

 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.