-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 8 giugno 2017

Trump fa rima con cautela

Dalla speranza alla preoccupazione. Nemmeno gli Ultimate stock pickers (la selezione dei 10 migliori gestori Usa di cui Morningstar monitora i portafogli) hanno potuto sottrarsi ai mutevoli umori che hanno condizionato il mercato dopo l’arrivo di Donald Trump alla Casa Bianca.

Se nell’ultimo trimestre del 2016 il rally era stato guidato  dalle attese riforme business friendly del nuovo presidente Usa, con l’arrivo del nuovo anno sono emersi dubbi sulla sua capacità di mantenere le promesse, come ha dimostrato la sua incapacità (nonostante la maggioranza repubblicana al Congresso) di cambiare in maniera più favorevole alle aziende farmaceutiche la riforma sanitaria voluta dal suo predecessore.

A quel punto gli investitori si sono messi alla finestra. Gli osservatori delle cose politiche, infatti, hanno iniziato a sospettare che il fallimento di quel cosiddetto repeal and replace (abroga e rimpiazza) potrebbe presto riguardare anche altri aspetti dell’agenda presidenziale.


Vince la prudenza 

“La prudenza dei nostri top manager rappresenta bene l’atteggiamento del resto del mercato”, spiega lo studio Our ultimate stock pickers top 10 new money purchase pubblicato il 22 maggio 2017 e firmato da Joshua Aguilar ed Eric Compton, i due analisti di Morningstar che hanno analizzato i portafogli del primo quarter di quest’anno. “Alcuni gestori ci hanno detto espressamente di essere preoccupati per la situazione confusionaria che sembra regnare a Washington”.

Il risultato è stato che l’attività generale di compravendita dei migliori gestori è rallentata, raggiungendo il livello minimo degli ultimi cinque trimestri consecutivi. In questo quadro le vendite hanno superato gli acquisti e le posizioni aperte per la prima volta (i cosiddetti new money buy) sono state di lieve entità.

Guardando più nel dettaglio i dieci acquisti high conviction effettuati dai top manager, viene fuori che c’è stata una maggiore diversificazione rispetto agli ultimi tre mesi del 2016 anche se è rimasta una preferenza per il comparto tecnologico. Un altro segmento che ha attirato l’attenzione è stato quello della salute. I gestori preferiti da Mornigstar si sono mossi anche nel settore delle telcomunicazioni, ma non sono mancati new money buy nemmeno nei materiali di base, nei beni di consumo ciclici, negli energetici e nei servizi finanziari. In quasi tutti i comparti, i manager sono andati a cercare nomi di alta qualità e con un vantaggio competitivo (Economic moat) difendibile.


I 10 acquisti principali degli Ultimate stock pickers




L’atteggiamento prudente dei top manager secondo Aguilar e Compton dovrebbe essere adottato anche dagli investitori che volessero seguire le orme degli Ultimate stock pickers. “Dobbiamo sottolienare il fatto che questi acquisti sono stati effettuati all’inizio di gennaio, quando i prezzi erano diversi da quelli attuali”, spiegano i due analisti di Morningstar. “Per questo è bene che ogni investitore valuti attentamente l’interesse per i singoli titoli nel contesto dell’intero portafoglio”.

Marco Caprotti - Morningstar

Fonte: news.itforum.it 

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.