-

Class CNBC
Share Video
Share Video
-04:40Live-04:40
Live

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 27 giugno 2017

Settimana ricca di spunti. Diversi gli stimoli per gli operatori

La settimana di Borsa iniziata ieri sarà caratterizzata da alcuni spunti potenzialmente di rilievo. Gli analisti di MPS Capital Services richiamano l'attenzione sui discorsi di alcuni banchieri centrali, tra cui quelli odierni della Yellen e di Draghi. Nelle prossime giornate è previsto anche il voto al Senato Usa sulla proposta di riforma dell'Obamacare, senza dimenticare i numerosi dati macro che saranno diffusi tanto in Europa quanto in America.

A detta degli esperti di MPS Capital Services saranno numerosi gli stimoli per gli operatori per imprimere una direzione più netta all'andamento di alcune variabili, tra cui in particolare il cambio euro-dollaro.

I dati macro e societari da seguire in America

Per oggi sul fronte macro Usa oltre l'indice settimanale Redbook relativo alle vendite al dettaglio nelle maggiori catene Usa, si segnala l'indice S&P Case-Shiller che in riferimento al mese di aprile dovrebbe mostrare un rialzo del 5,9% su base annua, in linea con la lettura precedente.

Per l'indice relativo alla fiducia dei consumatori a giugno si prevede un calo da 117,9 a 116,9 punti.
In agenda un discorso di Patrick Harker, presidente della Fed di Philadelphia, oltre al quale parlerà anche Neel Kashkari, a capo della Fed di Minneapolis. Tre ore prima della chiusura di Wall Street a prenderà la parola sarà il numero uno della Fed, Janet Yellen, che parlerà sull'economia globale.
Domani sarà reso noto l'indice settimanale relativo alle richieste di mutui ipotecari, ma più rilevante sarà il dato preliminare della bilancia commerciale che a maggio dovrebbe mostrare un saldo negativo di 65,5 miliardi di dollari, in lieve recupero rispetto ai 67,14 miliardi della rilevazione precedente.
Per le scorte all'ingrosso di maggio le stime parlano di una variazione negativa dello 0,5% rispetto al rialzo dello 0,2% precedente, mentre l'indice home pending sales di maggio dovrebbe salire dell'1,1%, in recupero rispetto al calo dell'1,3% di aprile.


Nel pomeriggio sarà diffuso il consueto report settimanale sulle scorte strategiche di petrolio e in agenda troviamo un discorso di John Williams, presidente della Fed di San Francisco.
Sul versante societario da segnalare che prima dell'avvio degli scambi a Wall Street saranno diffusi i risultati degli ultimi tre mesi di General Mills e di Monsanto, dai quali ci si attende un utile per azione pari rispettivamente a 0,71 e a 1,76 dollari.
Giovedì saranno rese note le nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero calare leggermente da 241mila a 240mila unità.

Per il dato finale del PIL del primo trimestre si prevede una variazione positiva dell'1,2%, in linea con la lettura preliminare. 
Da segnalare un discorso di James Bullard, presidente della Fed di St.Louis.
Sul fronte societario si segnalano prima dell'apertura di Wall Street i risultati trimestrali di Walgreens Boots Alliance, con un esp atteso di 1,3 dollari, mentre a mercati chiusi si guarderà ai conti degli ultimi tre mesi di Nike che dovrebbero riportate un eps di 0,5 dollari.
In chiusura di settimana si conosceranno i redditi personali che a maggio dovrebbero salire dello 0,3% rispetto allo 0,4% di aprile, mentre le spese al consumo dovrebbero crescere dello 0,2% contro lo 0,4% del mese precedente e l'indice PCE core passare dallo 0,2% di aprile allo 0,1%.


Per l'indice Chicago PMI di giugno si stima un calo da 59,4 a 58 punti, mentre il dato finale della fiducia Michigan a giugno è atteso a 94,5 punti, in linea con l'indicazione preliminare e in frenata rispetto ai 97,1 punti di maggio.

I dati macro e gli eventi in Europa

In Europa per oggi non sono in agenda dati macro di rilievo e sarà da seguire in Germania l'asta dei dei titoli di Stato con scadenza a due anni per un ammontare massimo di 4 miliardi di euro.
Domani si guarderà nuovamente alla Germania dove saranno resi noti i prezzi import che a maggio dovrebbero calare dello 0,5% rispetto alla contrazione dello 0,1% precedente.

In Francia si conoscerà l'indice relativo alla fiducia dei consumatori che dovrebbe salire da 102 a 103 punti. 
In Italia sarà difuso il dato preliminare dell'inflazione di giugno che dovrebbe attestarsi sulla parità, in recupero rispetto al calo dello 0,2% precedente.
Per giovedì si segnala in Europa l'indice della fiducia economica che a giugno è visto in rialzo da 109,2 a 109,5 punti, mentre l'indice della fiducia delle imprese è rimasto invariato a 2,8 punti e l'indice della fiducia dei servizi dovrebbe salire da 13 a 13,3 punti.

Per il dato finale della fiducia dei consumatori si prevede una conferma dell'indicazione preliminare a -1,3 punti.
In Germania è atteso l'indice relativo alla fiducia dei consumatori che a luglio dovrebbe attestarsi a 10,4 punti, in linea con la rilevazione precedente, mentre l'indicazione preliminare dell'inflazione a giugno è vista sulla parità, in recupero rispetto al calo dello 0,2% precedente.
Venerdì il focus in Europa sarà sull'inflazione di giugno che su base annua dovrebbe mostrare un rialzo dell'1,3% rispetto all'1,4% precedente, mentre la versione "core", depurata cioè delle componenti più volatili quali alimentari ed energia, è vista in progresso dallo 0,9% all'1%.
In Germania sono attese le vendite al dettaglio di maggio viste in rialzo dello 0,4% rispetto al calo dello 0,2% di aprile, mentre il tasso di disoccupazione a giugno dovrebbe rimanere invariato al 5,7%.
In Francia si guarderà alle spese per consumi che a maggio dovrebbero mostrare una variazione positiva dello 0,3% contro lo 0,5% di aprile, mentre l'inflazione armonizzata di giugno su base annua dovrebbe salire dello 0,8%, in frenata rispetto allo 0,9% del mese precedente.

I titoli e i temi da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari oggi sono attesi i risultati del primo semestre dell'esercizio 2016-2017 di I Grandi Viaggi.


Da seguire l'asta dei titoli di Stato visto che saranno offerti CTZ con scadenza a 2 anni per un ammontare tra 2 e 2,5 miliardi di euro, ma saranno collocati ache i BTP indicizzati all'inflazione con scadenza nel 2022 e nel 2026 per importo compreso tra 500 milioni e 1 miliardo di euro.
Per domani è in agenda un'assemblea degli azionisti di Mediaset per l'approvazione dei dati di bilancio dell'ultimo esercizio.
Da seguire i titoli del settore oil in vista del report sulle scorte strategiche Usa nel pomeriggio.
Giovedì si riuniscono le assemblee di Borgosesia, Industria e Innovazione, IT Way, Methorios Capital e Visibilia Editore, mentre per venerdì è prevista una riunione assembleare di Olidata. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.