-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 21 giugno 2017

Piazza Affari sale sul carro dei bancari. Si riparte al rialzo?

Davide Pantaleo
 
Anche la seduta odierna si è conclusa con il segno meno per le Borse europee che si sono mosse quasi di pari passo, registrando variazioni percentuali simili. Il Dax30 e il Ftse100 sono scesi rispettivamente dello 0,32% e dello 0,33%, seguiti a poca distanza dal Cac40 che ha ceduto lo 0,37%.
Il Ftse Mib mostra i muscoli: le attese nel breve
Diverso lo scenario se ci si sposta a Piazza Affari dove il Ftse Mib ha vissuto una mattinata in calo, per poi recuperare progressivamente terreno e spingersi con decisione in avanti. A fine sessione l'indice delle blue chips si è fermato a 21.071 punti, con un rialzo dell'1,26%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 21.093 e un minimo a 20.587 punti.
L'indice ha dato vita ad una bella reazione oggi e l'aspetto più interessante è che il ritorno degli acquisti è avvenuto in corrispondenza di un minimo già raggiunto nelle sessioni del 30 maggio e del 6 giugno scorsi rispettivamente a 20.572 e a 20.577 punti.
La fascia di prezzo avvicinata oggi dalle quotazioni ha dimostrato ancora una volta la sua validità come supporto e questo lascia ben sperare per ulteriori evoluzioni positive nel breve.
Per il momento il Ftse Mib resta ingabbiato nel movimento laterale che dura ormai da diverse sedute, ma una svolta si potrebbe avere con la rottura dei 21.150/21.200 punti.
Oltre questo livello infatti l'indice delle blue chips allungherà il passo in direzione dei 21.500 punti, prima di tornare a guardare ai recenti massimi dell'anno in area 21.800, con eventuali estensioni rialziste fin verso i 22.000 punti nella migliore delle ipotesi.
Ritorni al di sotto dei 21.000 punti potrebbero favorire nuovi ripiegamenti che troveranno un sostegno intermedio in area 20.700, ma il supporto più rilevante è quello dei 20.570/20.500 punti. Solo con discese al di sotto di questa fascia supportiva bisognerà mettere da parte, almeno nel breve, le speranze di ulteriori evoluzioni positive nel breve, preparandosi a flessioni che in prima battuta potrebbero condurre verso i 20.000/19.930 punti.
Guardiamo con fiducia al Ftse Mib in attesa della rottura rialzista dei 21.200 punti, evento ancor più probabile se i bancari daranno una mano al listino nelle prossime ore.
I market movers in America e in Europa
Domani in America sul fronte macro saranno rese note le nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero salire da 237mila a 240mila unità. Per il Superindice di maggio si prevede una variazione positiva dello 0,3%, in linea con la lettura precedente.
Da segnalare un'audizione al Senato di Jerome Powell, membro della Fed, che parlerà della crescita economica negli Stati Uniti.
In Europa si conoscerà il dato preliminare della fiducia dei consumatori che a giugno dovrebbe attestarsi a -3 punti, in recupero rispetto alla rilevazione precedente fermatasi a -3,3 punti.
In Francia sarà diffuso il dato relativo alla fiducia delle imprese che a giugno è atteso a 109 punti, in linea con la lettura precedente.
In mattinata sarà diffuso il bollettino economico della BCE (Toronto: BCE-PRA.TO - notizie) .
I titoli da seguire a Piazza Affari
A Piazza Affari da seguire ancora i titoli del settore oil visto l'ulteriore ripiegamento dei prezzi del petrolio, ma saranno da monitorare anche i bancari in attesa di novità sulle due banche venete.

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.