-
Quotazioni da TradingView

Class CNBC
Share Video
Share Video
-04:40Live-04:40
Live

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 14 giugno 2017

Piazza Affari allungherà il passo nel giorno della Fed?


La discesa accusata ieri dalla Borse europee è stata seguita oggi da un recupero che però non è riuscito ad interessare tutti i listini, visto che il Ftse100 è sceso dello 0,15%, mentre il Cac40 e il Dax30 sono saliti rispettivamente dello 0,4% e dello 0,59%.

Ftse Mib di nuovo lanciato verso i massimi dell'anno?

Ad avanzare più degli altri è stata Piazza Affari che ha visto il Ftse Mib terminare gli scambi a 21.088 punti, con un vantaggio dello 0,85%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 21.168 e un minimo a 20.949 punti.


Le quotazioni oggi si sono mosse sostanzialmente nello stesso range di ieri con il Ftse Mib che dopo un avvio in positivo ha violato subito la soglia dei 21.000 punti, spingendosi verso area 21.150, salvo poi ritracciare un po' in chiusura di sessione.
La pronta riconquista di area 21.000, come già segnalato nella rubrica di ieri, è un segnale positivo che dovrebbe favorire ulteriori sviluppi rialzisti nel breve.
Con la rottura confermata dei 21.150/21.200 punti si assisterà ad una prosecuzione degli acquisti verso i 21.500 punti, abbattuti i quali sarà quasi naturale un approdo sui massimi dell'anno in area 21.800.
Segnali di incertezza si avranno con ritorni al di sotto dei 21.000 punti e ancor più con la rottura di area 20.900, preludio ad una discesa verso i 20.700 punti prima e in seguito in direzione di area 20.550/20.500.


Negativo sarà l'abbandono di quest'ultima fascia supportiva, evento che aprirà le porte ad una prosecuzione delle vendite verso i 20.200 punti prima e in seguito in direzione dei 20.000/19.950 punti, con conseguente chiusura del gap-up lasciato aperto lo scorso 24 aprile. 
Le attese sono per una prosecuzione degli acquisti in una giornata, quale quella di domani, che sarà dominata dall'attesa per il responso della Federal Reserve sui tassi di interesse.

I market movers in America e in Eurpa

Sul fronte macro Usa domani si conoscerà l'indice settimanale relativo alle richieste di mutui ipotecari.

Ancor più rilevante sarà l'aggiornamento sulle vendite al dettaglio che a maggio dovrebbero mostrare una variazione positiva dello 0,2%, in frenata rispetto allo 0,4% precedente, ma anche al netto della componente auto si stima un rialzo dello 0,2% dallo 0,3% di aprile.
In calendario anche l'inflazione che a maggio dovrebbe attestarsi sulla parità, rispetto al rialzo dello 0,2% precedente, mentre per la versione "core" si stima un progresso dello 0,2% dallo 0,1% di aprile.

Per le scorte alle imprese di aprile le attese parlano di un rialzo dello 0,2%, in linea con la lettura precedente. Nel pomeriggio sarà diffuso il consueto report sulle scorte strategiche di petrolio da parte del Dipartimento dell'energia.
Due ore prima della chiusura di Wall Street la Fed annuncerà la sua decisione sui tassi di interesse, destinati a salire dello 0,25%.
Importante sarà la conferenza stampa della Yellen da cui si cercherà di cogliere elementi utili per capire quali saranno le prossime mosse in materia di politica monetaria.
In Europa si guarderà alla produzione industriale che ad aprile dovrebbe salire dello 0,5%, in recupero rispetto al calo dello 0,1% precedente.

In Germania sarà diffuso il dato finale dell'inflazione che dovrebbe evidenziare una variazione negativa dello 0,2%, in linea con la lettura preliminare e in frenata rispetto alla rilevazione sulla parità di aprile. 
Anche per l'inflazione armonizzata di maggio le attese parlano di un calo dello 0,2%, in linea con l'indicazione preliminare.
Da seguire sempre in terra tedesca l'asta dei titoli di Stato con scadenza nel 2028 per un importo massimo d 3 miliardi di euro, mentre in Grecia saranno collocati titoli con scadenza a tre mesi per 1 miliardo e in Portogallo titoli con scadenza nel 2022 e nel 2027 per un importo tra 1 e 1,25 miliardi di euro.

Titoli oil sotto la lente a Piazza Affari

A Piazza Affari da seguire i titoli del settore petrolifero in vista del report sulle scorte strategiche Usa.


Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.