-

Class CNBC
Share Video
Share Video
-04:40Live-04:40
Live

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 9 giugno 2017

Nuovi allunghi dietro l'angolo per il Ftse Mib? I titoli hot

Davide Pantaleo
 
Di (KSE: 003160.KS - notizie) seguito riportiamo l'intervista realizzata a Gianluigi Raimondi, analista tecnico e co-fondatore di Finanzaoperativa.com, con domande sull'indice Ftse Mib e su alcune blue chips.
Dopo aver avvicinato nuovamente l'area dei 20.500 punti il Ftse Mib sta provando a riposizionarsi al di sopra di area 21.000. Si aspetta ulteriori progressi nel breve?
Il Ftse Mib ha testato per due volte i 20.570 punti, disegnando quello che potrebbe essere interpretato come una sorta di doppio minimo e in seguito ha iniziato ad invertire la rotta, generando un primo segnale positivo proprio ieri, con la violazione dei 21.0000 punti.
Questa rottura è importante perchè contestualmente è stata oltrepassata la trendline discendente di breve periodo, ossia quella che lega il livello di due giorni fa con il massimo dello scorso 16 maggio.
Tutti questi segnali, sommati al fatto che ci stiamo appena distaccando adesso dalla zona di ipervenduto, potrebbero favorire un ulteriore allungo del Ftse Mib. Nelle prossime sedute, a patto che non ci siano eventi esogeni negativi, l'indice delle blue chips potrebbe allungare verso i 21.500 punti, per poi spingersi sui massimi dell'anno segnati a maggio a quota 21.800, per poi attaccare la soglia dei 22.000 punti più in là nel tempo.
A chi volesse acquistare suggerirei di fissare uno stop loss rigido alla rottura dei 20.570 punti, fermo restando che i segnali delle ultime ore preludono ad ulteriori progressi.
Tra i bancari ieri si sono messi in evidenza Bper Banca e Banco BPM. Qual è il suo giudizio su questi due titoli?
Dal punto di vista tecnico Bper Banca appare interessante visto che si è appoggiato al supporto statico di medio termine in area 4,25/4,15 euro. La tenuta di questo livello prelude ad un'inversione di tendenza che potrebbe proiettare i corsi a 4,55/4,65 euro in primis, dove passano le medie mobili a 21 e a 50 giorni, e in seguito oltre la soglia dei 5 euro, fino al top di maggio a 5,33 euro.
Gli acquisti sui livelli attuali dovranno essere accompagnati da uno stop loss rigido sotto 4,15 euro.
Per Banco BPM la correzione potrebbe non essere ancora conclusa e ritengo non sia da escludere un'ulteriore discesa verso il supporto statico posto a quota 2,6 euro. Solo in quest'area ci potrebbe essere una potenziale inversione rialzista con obiettivi a 2,8 euro e a 3 euro in primis e in seguito a 3,2 euro.
STM (Shenzhen: 000892.SZ - notizie) ieri si è spinto ancora in avanti riportandosi a poca distanza dai recenti massimi. C'è ancora spazio al rialzo per questo titolo?
STM potrebbe ulteriormente allungare il passo, anche perchè su tutti i temi del settore tecnologico c'è molta liquidità, con riferimento sia ai titoli americani che europei. Si tratta di un comparto molto gettonato e oltre a questo sentiment positivo STM dal punto di vista tecnico ha generato un ulteriore segnale rialzista, incrociando nella seduta di mercoledì le media mobili a 50 e a 21 sedute a quota 14,57 e 14,77 euro.
Vedo possibili nuovi massimi per il titolo con obiettivi in area 16 euro prima e in seguito a 16,5/16,6 euro, consigliando a quanti vogliono acquistare ora di posizionare uno stop loss a 14,35 euro, dove transita il supporto statico di breve termine.
A2A (EUREX: 928195.EX - notizie) si è riportato sui massimi dopo aver superato alcune incertezze nelle ultime sedute. Consiglierebbe di acquistare ora il titolo?
A2A dal punto di vista dei fondamentali è in pieno risiko, mentre sotto il profilo tecnico proprio ieri ha oltrepassato la resistenza statica di breve-medio termine a 1,51 euro, salvo fermarsi appena sotto questo livello.
Il superamento di questo ostacolo favorirà una prosecuzione del trend ascendente di fondo avviato dal titolo a partire dalla seconda metà di novembre dello scorso anno.
A2A potrebbe spingersi ora a quota 1,56/1,57 euro in prima battuta e in seguito in direzione di 1,62/1,64 euro, tenendo presente che eventuali acquisti dovranno essere corredati da uno stop loss posizionato al di sotto della media mobile a 21 sedute che al momento passa a 1,475 euro.
Ci sono altri titoli che vuole segnalarci a Piazza Affari?
Tra i titoli a minore capitalizzazione segnalo De Longhi che è inserito in un canale ascendente partito dalla seconda metà di novembre scorso e che a inizio mese ha portato ad un top in area 30 euro. Gli indicatori tecnici sono ancora distanti dalla zona di ipercomprato e la media mobile a 21 sedute che transita a 28,67 euro sembra fungere da valido supporto.
Ipotizzando un ingresso long ora su De Longhi si possono individuare degli obiettivi a 30 euro e a 31 e a 31,75 euro, con stop loss a 28,77 euro.

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.