-

Class CNBC
Share Video
Share Video
-04:40Live-04:40
Live

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 14 giugno 2017

La Yellen propensa ad alzare i tassi

Swissquote
 
Con lo sbiadirsi delle notizie politiche è ora di comprare Cina
By Peter Rosenstreich
Il circo politico che è diventata Washington continua a distogliere l'attenzione degli investitori dai fondamentali economici. Poco dopo che il fumo si è diradato dalla sessione di testimonianze del Ministro della Giustizia, è arrivata la notizia che circa 200 membri democratici del Congresso hanno depositato un'azione legale contro l'amministrazione Trump per apparenti interessi commerciali impropri. L'incertezza politica è il disappunto per il fallimento dell'agenda a favore della crescita di Trump continuerà a pesare sul sentiment nei confronti dell'USD. Tuttavia, sviluppi economici favorevoli che includono i buoni dati pubblicati oggi dalla Cina suggeriscono uno sfondo positivo per prese di rischio e il potenziale per un'inversione di rotta di un mercato USA per lo più ribassista.
In Cina, gli indicatori economici hanno indicato che, nonostante il ritmo in decelerazione degli investimenti in asset capitale e immobiliari (che rallentano positivamente il tasso di accumulo di leverage finanziario), la produzione industriale e le vendite al dettaglio hanno riportato valori molto positivi. Secondo il nostro punto di vista questi risultati bilanciati indicano un più alto livello di stabilità economica in Cina rispetto a quello riconosciuto dal mercato. Rimaniamo costruttivi sull'outlook di crescita economica della Cina e la nostra opinione dovrebbe materializzarsi attraverso prese di posizione lunghe sui titoli tecnologici cinesi.
FOMC e posizioni lunghe coppia USD/JPY
By Peter Rosenstreich
Quello che doveva essere detto è stato detto e ora rimaniamo in attesa. Per quanto riguarda le decisioni della FOMC di questo pomeriggio i mercati hanno prezzato pienamente un rialzo di 25 punti base che tocca la banda 1,0-1,25%. Siamo d'accordo con la Fed sul fatto che i dati sull'attività economica e l'inflazione siano stati soffocati da fattori temporanei. Ci aspettiamo un miglioramento ciclico nella seconda metà dell'anno e ci aspettiamo un altro aumento di 25 punti base a dicembre. Un commento leggermente meno dovish sull'outlook economico dovrebbe far vedere un apprezzamento marginale della curva dei tassi USA per il 2017, causando un rafforzamento dell'USD.
Per quanto riguarda la riduzione del bilancio, crediamo che la Fed non sia pronta ad annunciare una strategia per la riduzione del proprio bilancio di $4,5 trilioni (che ci si aspetta venga annunciato a settembre). Tuttavia, questo è proprio l'aspetto chiave, un ulteriore movimento da parte della Fed verso la normalizzazione della sua politica monetaria attraverso o la riduzione del proprio bilancio o un rialzo dei tassi rappresenta una posizione strutturalmente interventista.
Per continuare a mantenere debole l'USD, la Fed proverà a distogliere l'attenzione dei mercati cercandoli di portarli a focalizzare sui tassi di del Fed Fund e allontanarli dai tassi di supporto. Rimaniamo compratori della coppia USD/JPY data l'alta sensitività della coppia ai differenziali dei tassi USA-Giappone. L'appiattirsi della curva dei rendimenti indica che i mercati sono convinti del rialzo di oggi (spingendo la curva a breve verso l'alto) ma rimangono incerti sulla possibilità di rialzi futuri (mantenendo la curva di lungo periodo verso il basso). Se la nostra opinione si rivelasse corretta, vedremo la curva dei bond USA a 10 anni che sale con forza ben al di sopra degli attuali livelli di 2.21% e la coppia USA/JPY salire a 112,00. Per quanto riguarda altri temi, l'indice dei prezzi al consumo USA e i dati sulle vendite al dettaglio saranno presto pubblicati portando probabilmente maggiore confusione prima del risultato della riunione della FOMC.
Il RUB ha fatto una cavalcata selvaggia
By Arnaud Masset
E' stata una cavalcata selvaggia per il Rublo russo negli ultimi 18 mesi. La coppia USD/RUB è scesa fino al 35% tra gennaio 2016 e aprile 2017 prima di stabilizzarsi tra i 56 e 58 rubli per dollaro USA. L'apprezzamento brusco è stato in gran parte spinto dal recupero dei prezzi del petrolio, l'affievolirsi delle tensioni geopolitiche e una stretta della politica monetaria.
Nello stesso periodo, i prezzi del crudo hanno recuperato dal massiccio ribasso del 2014-2015 con il barile Brent che è salito da $27,10 fino ad oltre $50, dando una spinta al rublo. In effetti, la valuta russa è sempre stata molto correlata ai prezzi del petrolio dato che la Russia è uno dei principali produttori dell'oro nero. Tuttavia, questa forte relazione si è recentemente indebolita: i prezzi del crudo sono stati sottoposti a una nuova pressione ribassista a seguito di timori su una produzione eccessiva e preoccupazioni sulla sostenibilità dell'accordo di produzione OPEC, sebbene il rublo abbia continuato a tenere.
Una delle ragioni che potrebbero spiegare questa deviazione da questa relazione di lungo termine rublo-petrolio è la stretta di politica monetaria adottata dalla Banca Centrale Russa. Elvira Nabiullina, la presidente della CBR, ha tenuto una posizione di politica monetaria restrittiva per portare i livelli di inflazione sotto controllo. Tuttavia le rilevazioni dei tassi core e tendenziali di inflazione, situati a 3,8% e 4.10% su base annua rispettivamente, sono vicine al target del 4% dell'istituto. Di (KSE: 003160.KS - notizie) conseguenza, la CBR accelererà il ritmo di taglio dei tassi che darà una boccata d'aria fresca all'economia e permetterà anche al rublo di deprezzarsi. In effetti, i carry trader perderanno interesse nel rublo e continueranno a cercare rendimenti maggiori da qualche altra parte.
Tutto sommato, pensiamo che sia la ri-correlazione con il prezzo del petrolio e una politica monetaria più accomodante si tradurranno in un rublo più debole. Il nostro target di medio termine per la coppia USD/RUB è la resistenza di quota 60.

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.