-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 6 giugno 2017

Elezioni UK: una bomba ad orologeria per i mercati?


La settimana di Borsa iniziata oggi vede i riflettori tutti puntati sulla seduta chiave di giovedì prossimo, quando ci sarà il duplice appuntamento con la BCE e con le elezioni in Gran Bretagna. 
A quest'ultimo evento si guarda con sempre crescente interesse alla luce degli ultimi accadimenti luttuosi che hanno colpito il Paese della Regina.
Dopo l'attentato di Manchester del 22 maggio, lo scorso week-end e precisamente la notte tra sabato e domenica è stata la città di Londra ad essere colpita.

Al voto con lo strascico degli attentati

Questi due attacchi terroristici si sono verificati in un momento molto particolare in cui la Gran Bretagna è chiamata nuovamente alle urne, per via di quelle elezioni anticipate con una mossa a sorpresa dalla attuale premier Theresa May.
Una decisione presa proprio nel momento in cui il primo ministro inglese godeva di tanta popolarità, intacca e non poco ora dagli attentati terroristici che hanno colpito il Paese.

Gli impatti del voto attesi sulla sterlina

I mercati prezzano ancora una vittoria del partito conservatore guidato dalla May, anche se i sondaggi mostrano ora preferenze decisamente in calo rispetto a quelle di qualche mese fa.


Secondo gli analisti di Rbc l'esito delle elezioni di giovedì prossimo avrà inevitabilmente degli impatti sulla sterlina per la quale sarebbe sicuramente meglio una vittoria dei conservatori, specie per le prospettive di breve periodo.

A rischio un risultato deludente per la premier May

Il problema chiave è ora la crescente incertezza che aleggia sul risultato che potrà venire fuori dalle urne.
Gli analisti di Berenberg ritengono che sia pari al 65% la possibilità che la premier May ottenga un risultato deludente giovedì. Da segnalare che questa percentuale include un 30% di probabilità di vittoria del partito conservatore, ma con una maggioranza più debole rispetto alla tornata elettorale del 2015.


Berenberg segnala inoltre che c'è il 25% di possibilità che il Parlamento rimanga sospeso dopo il voto, mentre viene indicata solo al 10% l'eventualità di una maggioranza laburista al Governo.
Anche Filippo Diodovich, strategist di IG, segnala che la vittoria dei conservatori sembra scontata, ma forse non con il vantaggio sperato dalla May, visto che i Laburisti hanno recuperato terreno in maniera rilevante, prospettando così la possibilità di un Parlamento appeso.

Volatilità in aumento sui mercati con Parlamento UK appeso

Quest'ultimo scenario, qualora si concretizzasse, avrebbe l'effetto di far aumentare la volatilità sui mercati.

Ad affermarlo è Matthew Jennings, direttore di Fidelity International, il quale segnala che in mancanza della maggioranza da parte di alcun partito, aumenterebbe la possibilità di un secondo referendum sulla Brexit. Si avrebbe così un vero e proprio rimescolamento delle carte, con gli investitori che potrebbero rivedere le scelte fatte fino ad ora.
Non diversa la posizione degli esperti di Cassa Lombarda i quali fanno notare che le elezioni di giovedì prossimo in Gran Bretagna avverranno in un clima di crescente incertezza per via dei recenti attentati terroristici.


In mancanza di una solida maggioranza da parte dei conservatori, secondo Cassa Lombarda si andrà incontro ad una fase di debolezza della sterlina, con inevitabili ripercussioni al di fuori del mercato propriamente valutario.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.