-

Class CNBC
Share Video
Share Video
-04:40Live-04:40
Live

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 12 giugno 2017

Da Apple arriva un altro segnale di bufera per i tecnologici


Continuano a farsi sentire in avvio di settimana gli effetti del "bagno di sangue" che ha investito i titoli tecnologici di Wall Street venerdì scorso.
Anche il lunedì delle Borse europee è cominciato infatti con una intonazione negativa (Ftse Mib -0.60%, Dax -0,48%, Cac40 -0,89%, Ftse100 -0,37%), dopo che già in Asia l'indice Nikkei 225 ha archiviato con un arretramento dello 0,52% una seduta condizionata proprio dai ribassi delle società hi-tech dell'area, da Samsung a Tencent.

Peggiora l'outlook sui tecnologici

Pesano i timori che il brusco arretramento del Nasdaq, innescato dal monito di Goldman Sachs su un rischio bolla che coinvolgerebbe colossi come Facebook, Amazon ed Apple, possa essere stato non essere una semplice battuta d'arresto momentanea, ma il punto di partenza di una vera e propria inversione di traiettoria per un settore che ha trainato i rialzi del mercato negli ultimi mesi: la performance messa a segno dai 5 principali gruppi - Facebook, Amazon, Apple, Microsoft and Alphabet - ha rappresentato il 42% di tutti i guadagni del mercato nell'ultimo anno.
L'analista della banca d'affari americana che ha redatto la nota, Robert Bouroujerdi, ha lanciato in particolare un avvertimento sui fondamentali dei grandi colossi, che quest'anno hanno incrementato complessivamente il loro valore di mercato di oltre 600 miliardi di dollari ("l'equivalente del Pil di Hong Kong e Sudafrica"), generando un rischio bolla per certi aspetti simile a quello che si verificò con le dot.com negli anni 90 
Secondo il broker, i bassi livelli di volatilità registrati nell'ultimo periodo non devono far dimenticare agli investitori che si tratta di società che possono andare soggette a un peggioramento del ciclo di settore o ad effetti negativi della regolamentazione.

Apple nuovo downgrade

E a segnalare che l'umore degli analisti verso il comparto sta cambiando è anche una nuova nota peggiorativa che ha riguardato ieri le azioni Apple, la seconda in pochi giorni.
Già la settimana scorsa la società di brokeraggio Pacific Crest,  specializzata in società hi-tech, aveva abbassato il rating sulle azioni da "overweight" a "sector weight", con una scelta apparsa allora controcorrente visto il gran numero di case d'affari che coprono ancora il titolo dell'azienda di Cupertino con una raccomandazione d'acquisto. 
Ma a conferma che il clima sia in via di peggioramento, adesso anche l'analista di Mizuho Securities, Abhey Lamba, ha declassato il produttore dell'iPhone domenica da "buy" a "neutral", spiegando che lo scenario migliore prospettato per la società di Cupertino è già scontato dal prezzo del titolo.
"L'azione ha significativamente sovraperformato dall'inizio dell'anno e siamo convinti che l'entusiasmo circa l'imminente ciclo prodotti sia pienamente scontato ai livelli correnti, con un potenziale di rialzi limitato da qui in avanti," scrive il broker, che ha tagliato il target price a 12 mesi a 150 dollari, appena un dollaro sopra la chiusura di venerdì scorso. 

Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.