-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 20 giugno 2017

Chi farà il primo passo? L'economia reale o il mercato azionario?


Parafrasando Mark Twain, la notizia di un imminente crollo della borsa americana è stata fortemente esagerata. Quando la volatilità scende ai minimi termini, è sufficiente una seduta altrimenti fisiologica di prese di beneficio a scatenare timori mai sopiti, malgrado otto anni di bull market. Ce ne siamo accorti subito: quando all'indomani dello scorso 9 giugno, rilevammo scambi vorticosi sul "QQQ", il popolare - specie fra gli investitori istituzionali... - ETF sul Nasdaq.

Quella corsa irrazionale a guadagnare l'uscita poneva le basi per una immediata ripartenza, e così è stato: il Composite deve ancora recuperare qualcosa, ma lo S&P si è concesso ieri lo sfizio di migliorare ancora una volta il massimo storico, proseguendo nella marcia di avvicinamento al primo target per il 2017 a 2.500 punti, indicato con fermezza nel nostro Outlook di inizio anno.


In valuta locale, l'Eurostoxx50 ha sottoperformato Wall Street nell'ultimo mese: il rapporto fra l'indice europeo e lo S&P500 risulta ben inserito in un canale inclinato verso l'alto, in essere da quasi un anno. Canale di cui in questi giorni si registra la sollecitazione della parete inferiore. Una dinamica per certi versi sorprendente, visto l'andamento divergente dei CESI di Eurozona e Stati Uniti: ci si sarebbe aspettata una evoluzione differente, alla luce delle sorprese benigne registrate sul fronte macro da questa parte dell'Atlantico.

Come si rileva nel Rapporto Giornaliero di oggi, un fenomeno analogo fu registrato all'inizio dello scorso anno: eloquente la differente reazione fatta registrare a quel punto dall'Eurostoxx e dal CESI europeo.


Gaetano Evangelista
www.ageitalia.net

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.