-
Quotazioni da TradingView

Class CNBC
Share Video
Share Video
-04:40Live-04:40
Live

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 9 maggio 2017

Valutare acquisti su livelli più bassi. Su quali titoli?

Davide Pantaleo
 
Di (KSE: 003160.KS - notizie) seguito riportiamo l'intervista a Pietro Paciello, Head of Business Development and Chief Analyst presso Tier1FX, al quale abbiamo rivolto alcune domande sulla situazione di Piazza Affari e sulle strategie da seguire per diversi titoli. Pietro Paciello è autore del libro appena pubblicato TRADING PLAN. Per info clicca qui
L'indice Ftse Mib ha ripreso la via dei guadagni dopo la debole reazione di ieri alla vittoria di Macron in Francia. Come valuta l'attuale impostazione del mercato e quali sono le attese nel breve?
La situazione a Piazza Affari non è cambiata: l'esito elettorale francese era scontato dal mercato che si conferma tonico e molto orientato al rialzo. Per il Ftse Mib vedo una potenziale area di indebolimento sotto 21.300 punti e non prima.
C'è una divergenza ribassista sul nostro indice che però resta palesemente rialzista, anche se si fa fatica a comprare su certi valori, ma chi ha un atteggiamento più oggettivo in questo momento sicuramente sta avendo ragione.
Qualora venisse rotta area 21.300 avremmo un target successivo in zona 20.500 che diventa a quel punto un supporto strategico. Per chi crede che il mercato possa ancora salire in maniera indefessa, sfidando se vogliamo la legge di gravità, segnaliamo che il Ftse Mib ha un target in area 22.200/2.300, ma ripeto, faccio davvero fatica a capire chi mossa mettere nuova liquidità nel sistema perchè a questi prezzi il rapporto rischio-rendimento decisamente non paga.
La prudenza dovrebbe regnare sovrana e qualora ci dovesse essere un indebolimento al di sotto dei 21.300 punti di Ftse Mib assisteremo ad un movimento impulsivo ribassista abbastanza veloce.
Personalmente sono per un'evoluzione molto positiva allorquando il mercato realizzerà un test sul supporto dinamico. In questo momento onestamente sono un po' disorientato e non riesco a tradare il mercato in acquisto su questi livelli di ipercomprato.
L'impostazione è orientata al rialzo, ma vorrei acquistare più in basso, sfruttando un'eventuale correzione fisiologica che vede in area 20.500 un livello tecnico interessante.
Per il momento rimango alla finestra e mi astengo dall'apertura di nuove posizioni long, in attesa di un test del supporto dinamico segnalato poc'anzi per poi inserirmi eventualmente in quello che è un mercato per il momento palesemente toro.
Tra i bancari qual è il suo giudizio su Unicredit e Intesa Sanpaolo? Come valuta i recenti progressi e quali sono le sue attese ora?
Unicredit e Intesa Sanpaolo stanno performando bene e quando il Ftse Mib oggi ha toccato i nuovi massimi dell'anno, Intesa Sanpaolo ha rivisto in pieno la quotazione raggiunta ieri, ma senza superarla per il momento.
Il top di ieri, che peraltro corrisponde alla chiusura di un vecchio gap-up lasciato aperto a dicembre 2015, mi sembra il baluardo da superare prima di una nuova ondata rialzista.
Intesa Sanpaolo è pronto a spingere ancora al rialzo e in caso di superamento dei massimi di ieri si aprirà la strada verso i 3,2/3,25 euro. Qualora l'indice di riferimento dovesse indebolirsi, si assisterà ad una correzione del titolo verso area 2,65 euro dove potrebbero tornare a prevalere i compratori.
Un po' diversa la situazione per Unicredit, perchè mentre su Intesa Sanpaolo riesco a vedere un target rialzista abbastanza evidente, su Unicredit si intravede una struttura portante molto bullish. Sto aspettando per comprare e credo che una correzione verso area 14,55 euro offrirebbe un punto di ingresso potenzialmente interessante.
Se Unicredit dovesse proseguire nella sua ascesa non escludo allunghi verso area 18 euro, ma la divergenza ribassista in essere potrebbe produrre alla lunga i suoi effetti, favorendo quel test di cui parlavo prima in area 14,55 euro dove molti proveranno eventualmente a comprare.
Campari oggi è arrivato a segnare nuovi massimi storici sulla scia della buona trimestrale. Quali strategie ci può suggerire per questo titolo?
Campari è straordinario perchè essendo completamente decorrelato dall'indice non ne segue le dinamiche, quindi anche nelle fasi in cui il mercato ha vagamente intrapreso dinamiche correttive, il titolo si è mantenuto sempre su livelli di eccellenza.
Campari è in un trend positivo dal 2009 e addirittura cambiato angolo di ascesa, quindi non accenna ad interrompere questa tendenza prepotentemente rialzista.
Si fa fatica a stimare dei target, ma è anche vero che il business aziendale mi sembra funzionare bene e questo si riflette giustamente nell'andamento dell'azione stessa.
Sto cercando di ipotizzare un'eventuale area di rallentamento della dinamica, tracciando una sorta di canale laterale rialzista, ma anche in questo caso gli obiettivi sono difficili da stimare.
Come spesso consiglio in casi come questo, piuttosto che preoccuparsi di dove potrebbe arrivare il titolo, mi sembra più doveroso cercare di capire quali sono i livelli di supporto al di sotto dei quali la spinta potrebbe esaurirsi.
Per Campari il supporto strategico è in area 4,8 euro, quindi ben al di sotto dei livelli correnti, mentre per una dinamica protettiva di eventuali posizioni long nel breve segnalo che un'eventuale chiusura sotto i 5,6 euro sarebbe un primo segnale di indebolimento.
Come valuta i segnali si risveglio forniti da Telecom Italia giunto al test di quota 0,9 euro?
Telecom Italia sta iniziando nuovamente a performare perchè era rimasto palesemente molto indietro, ma bisogna far suonare un primo campanello d'allarme. Il titolo è ancora inserito in un bel trend positivo che ha avuto una profonda accelerazione al superamento di area 0,85 euro, ma vedo ormai prossimo un target in area 0,92 euro. E' tardi quindi per posizionarsi ora su Telecom Italia perchè mi aspetto la soglia di 0,92 euro produca qualche effetto almeno sotto forma di prese di beneficio.
Al momento non entrerei long sul titolo, ma dopo aver misurato la reazione in area 0,92 euro potrei farci un pensierino. A chi ha Telecom Italia in portafoglio suggerirei di provare a tenere ancora con target a 0,92 euro, dove liquidare metà posizione. A chi non è in posizione consiglio di seguire con attenzione l'eventuale pull-back rialzista in area 0,84 euro quando ci sarà.
Fca ha perso smalto di recente, limitandosi a mantenersi per ora poco al di sopra di quota 10 euro. Cosa può dirci di questo titolo?
Fca è ancora inserito in una dinamica decisamente rialzista, ma lo scherzetto che a fatto qualche giorno fa a chi aveva una posizione long, non è facile da digerire. Vedere il titolo crollare in un mercato molto bullish ha chiaramente scoraggiato gli operatori e credo che torneremo a vedere interesse su Fca solo in presenza di una comprovata dimostrazione di forza.
Subordino quest'ultima al superamento di area 10,6 euro e a mio avviso i compratori torneranno sulla forza questa volta e non sulla debolezza, anche perchè quest'ultima è molto lontana, visto che il supporto strategico di Fca è in area 8,7 euro.
Faccio fatica a pensare che i corsi possano scendere fin lì ora, mentre un ritorno di interesse lo vedo alla violazione della prima resistenza a 10,6/10,7 euro. Oltre questo livello si andrebbe quasi a dimenticare lo scherzetto dei giorni scorsi che ha provocato una discesa troppo veloce in un contesto di mercato generale molto positivo.
Ci sono altri titoli che vuole segnalarci a Piazza Affari?
Segnalo Saipem che oggi, confortato dal petrolio che sembra aver trovato una sorta di stabilizzazione, riesce a solleticare nuovamente l'interesse degli investitori.
Sul titolo c'è un segnale interessante e in caso di chiusura giornaliera al di sopra di 0,405 euro ipotizzo una prosecuzione dell'upside con primo target in area 0,43 euro prima e in seguito a 0,46 euro, dove personalmente liquiderei le posizioni.

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.