-

Class CNBC
Share Video
Share Video
-04:40Live-04:40
Live

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 22 maggio 2017

Sotto la lente dell'analisi tecnica


La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti agli indici di Borsa Italiana, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).
Buzzi Unicem
Buzzi Unicem (+3,53%) riesce a dare seguito all'hammer disegnato giovedì a ridosso dei supporti a 21,50 circa e risale la china in direzione di 23,60.

Oltre questo limite possibilità di ritorno in area 24,50 oltre la quale verrebbe inviato un segnale di forza rilevante in grado di anticipare movimenti verso area 26,10 euro almeno. Sotto area 21,50 invece attesi movimenti verso almeno 21,18, minimo del 14 dicembre scorso, e più in basso a 20,50 circa.
-Target: 23,60 euro
-Negazione: 21,50 euro
-RSI (14): neutrale
El.En.
El.En.
(+3,95%) cancella la seduta negativa di giovedì ma non riesce a stabilizzarsi ancora al di sopra di quota 30. La reazione avviata dai 28 euro, ex resistenza che ora si presenta come primo supporto di rilievo, dovrà comunque spingersi oltre 31,70 per dimostrarsi duratura e per scongiurare l'avvio di una fase di consolidamento laterale interruttiva dell'uptrend di lungo corso.
-Target: 34 euro
-Negazione: 28 euro
-RSI (14): neutrale
Banca Ifis
Banca Ifis (+2,16%) prosegue la reazione avviata dopo aver disegnato un "bullish engulfing" con base a 31,10 euro sul grafico giornaliero.

Oltre 35,10 circa atteso un nuovo confronto con gli ostacoli a 36,30 circa, il cui superamento invierebbe un nuovo segnale di forza in grado di proiettare i prezzi sui massimi a per inviare nuovi segnali di forza capaci di proiettare le quotazioni sui massimi assoluti a 39,95 euro. Sotto 31,10 via libera invece verso quota 29,34, supporto orizzontale definito dai massimi dello scorso anno.
-Target: 40 euro
-Negazione: 31,10 euro
-RSI (14): neutrale
ERG
ERG (+2,80%) torna a mettere sotto assedio gli ostacoli presenti in area 12, massimi di aprile.

Conferme oltre questo riferimento permetterebbero ai prezzi di allungarsi ulteriormente fino a 12,30, massimi di dicembre 2015, poi a 12,70 e 13 euro. Se invece area 12 dovesse respingere l'attacco dei compratori aumenterebbe il rischio di ripiegamenti verso almeno 11,40/11,50. 
-Target: 12,30 euro
-Negazione: 11,40 euro
-RSI (14): neutrale
Exprivia
Exprivia (+7,27%) vola fino a testare il target a 1,42 circa incurante dell'ipercomprato presente ormai da mesi sui principali oscillatori tecnici.

Tale circostanza conferma la forza dell'uptrend che potrebbe tuttavia rallentare dopo il raggiungimento di questi record. Eventuali flessioni fino a 1,15 potrebbero offrire spunti interessanti di acquisto sulla debolezza. Supporti successivi a 1 euro poi a 0,86 circa.
-Target: 1,50 euro
-Negazione: 1 euro
-RSI (14): ipercomprato
(CC - www.ftaonline.com)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.