-

Class CNBC
Share Video
Share Video
-04:40Live-04:40
Live

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 25 maggio 2017

Rialzo di nuovo in pausa: l'importante è non indugiare troppo


A differenza di quella di ieri, la seduta odierna si è conclusa in calo per le Borse europee, tra le quali si è mossa in controtendenza quella londinese. Dopo essere stata l'unico a scendere ieri, oggi il Ftse100 è salito dello 0,38%, mentre il Dax30 e il Cac40 sono calati entrambi dello 0,13%.

Ftse Mib: chiusura in rosso, ma senza danni

Il segno meno ha avuto la meglio anche a Piazza Affari dove il Ftse Mib ha terminato le contrattazioni in calo dello 0,21% a 21.369 punti, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 21.424 e un minimo a 21.289 punti.


L'indice si è mosso sostanzialmente nello stesso intervallo di prezzi esplorato ieri, senza inviare di fatto nuovi segnali degni di nota. Al rialzo segnaliamo la prima resistenza in area 21.500, oltrepassata la quale ci sarà spazio per un test dei recenti massimi dell'anno in area 21.800/21.850.
Se i corsi riusciranno ad avere ragione di questo ostacolo potranno allungare il passo verso la soglia psicologica dei 22.000 punti, senza escludere estensioni rialziste verso i 22.200/22.300 punti prima e in direzione dei 22.500 in un secondo momento.
La mancata violazione dei 21.500 punti potrebbe fornire un'opportunità ai ribassisti per nuovi ingressi e in tal caso bisognerà monitorare il supporto dei 21.200 punti, sotto cui la discesa proseguirà in direzione dei 21.000 punti.

Con la rottura anche di quest'ultima soglia di prezzi il Ftse Mib tornerà a guardare ai minimi della scorsa settimana in area 20.800, sotto cui si guarderà al supporto successivo dei 20.500 punti.
Sarà importante difendere questo livello per evitare approfondimenti ribassisti che con buona probabilità porteranno alla chiusura del gap-up lasciato aperto nell'ultima decade di aprile in area 20.000/19.950 punti.

La view su Piazza Affari non è cambiata e resta improntata alla positività, ma sarà necessario un segnale più convincente da parte dei rialzisti per evitare che i loro antagonisti possano approfittare di fase di incertezza per inserirsi nuovamente sul mercato.

I market movers in America e in Europa

Domani sul fronte macro Usa si guarderà alle nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero salire da 232mila a 238mila unità.


In giornata è prevista la riunione dell'Opec sull'accordo relativo ad una estensione dei tagli della produzione giornaliera. In agenda un discorso di Neel Kashkari, presidente della Fed di Minneapolis, oltre al quale parlerà anche Robert Kaplan, a capo della Fed di Dallas e Lael Brainard, membro della Banca Centrale americana.
Sul versante societario da segnalare prima dell'apertura di Wall Street i conti degli ultimi tre mesi di Abercrombie & Fitch che dovrebbero evidenziare una perdita per azione di 0,7 dollari, mentre dalla trimestrale di Dollar Tree ci si attende un eps di 0,98 dollari.

Sempre prima dell'avvio degli scambi sono previsti i numeri trimestrali di Best Buy, con un eps atteso di 0,4 dollari, mentre a mercati chiusi si guarderà ai conti di Costco Wholesale che per non deludere le attese dovrà centrare l'obiettivo di un utile per azione pari a 1,31 dollari.
In Europa non sono previsti dati macro di rilievo.

I titoli da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari da segnalare i risultati del primo trimestre di Ivs Group e in agenda troviamo le assemblee di Autogrill, Eems e K.R.

Energy per il via libera ai dati di bilancio dell'ultimo esercizio.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.