-

Class CNBC
Share Video
Share Video
-04:40Live-04:40
Live

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 15 maggio 2017

Mercati verso una fase poco favorevole: i titoli buoni e cattivi

Davide Pantaleo
 
Di (KSE: 003160.KS - notizie) seguito riportiamo l'intervista realizzata a Fabrizio Brasili, analista finanziario, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'attuale situazione dei mercati e in particolare di Piazza Affari.
Chi volesse contattare Fabrizio Brasili può scrivere all'indirizzo email: f.bsuperguru@yahoo.it.

Nelle ultime sedute i mercati azionari europei e americani hanno mostrato una buona tenuta, senza tuttavia produrre ulteriori allunghi degni di nota. Cosa si aspetta per le prossime giornate?
Sempre in presenza di una netta dicotomia fra le due sponde dell'Atlantico, per una evidente sopravvalutazione del mercato Usa, sotto gli occhi di tutti e nei numeri, ci aspettiamo in ogni caso per entrambe le Borse, quelle europee e americane, seppur in misura diversa, uno storno subito dopo i primi stacchi cedolari di Maggio e Giugno.
Per andare nello specifico sul nostro mercato, dopo aver tanto recuperato dai minimi degli ultimi 12 mesi, in conseguenza dei primi stacchi cedolari previsti lunedì 22 maggio, e per la "cabala" del sell in may and go away, che statisticamente potrebbe verificarsi, il future sul Ftse Mib con scadenza settembre, i cui prezzi non sono in assoluto cari, ma un po tirati, potrebbe ritornare quantomeno sui 20.800 punti.
In questo momento il future sul Ftse Mib che preferiamo monitorare è quello con scadenza settembre, in luogo di quello con consegna giugno, ormai a fine corsa ravvicinata, mentre guardiamo meno all'indice che incorpora ancora le cedole ed è quindi poco veritiero.
Mi sembra di capire che a suo avviso quindi a Piazza Affari non c'è più spazio al rialzo nel breve?
No, non vediamo spazi al rialzo, essendo fra l'altro in corso una grande battaglia fra rialzisti e ribassisti che potrebbe spingere il future sul Ftse Mib con scadenza settembre verso i 21.300 punti con successivo ripiegamento in direzione di area 20.800, prima che venga trovata una certa stabilità.
Per il verificarsi di mete più alte, dovrebbero in primis alzarsi nettamente i volumi, poi dovrebbe estendersi ad altri settori il recupero, che ora è appannaggio dei soli finanziari ed in misura minore di alcune utilities.
Al contrario persiste ancora la zavorra su quasi tutto il settore lusso ed automotive, basti pensare ad Fca e Brembo.
Anche i petroliferi non sembrano voler dare più di tanto una mano, con un petrolio wti che fa molta fatica a recuperare i vecchi supporti, dopo essere sprofondato dai 56 ai 44 dollari in poche sedute.
Su questi livelli un po' tirati poi ci sono copiose vendite anche sui migliori titoli, sui massimi dell'ultimo anno ed in assoluto, con un perfetto timing di raffreddamento dettato ai nostri abbonati per un buon stop profit.
I conti del primo trimestre nel complesso sono andati bene per il settore bancario a Piazza Affari salvo poche eccezioni. Su quali titoli del comparto consiglia di puntare ora?
Nel (Londra: 0E4Q.L - notizie) settore bancario segnalo Banco Bpm che è ancora sottovalutato, ma anche Intesa Sanpaolo (Amsterdam: IO6.AS - notizie) nella versione risparmio in caso di storno sotto i 2,50 euro e dopo il generosissimo stacco cedolare, senza dimenticare Banca Ifis (Londra: 0NBX.L - notizie) .
Estendendo a tutto il settore finanziario la nostra view, consiglio anche Vittoria Assicurazioni (Londra: 0NM8.L - notizie) e Cattolica assicurazioni.
Generali (EUREX: 566030.EX - notizie) e UnipolSai (Amsterdam: UQ8.AS - notizie) hanno reagito in maniera diversa ai rispettivi risultati del primo trimestre. Consiglierebbe di investire su questi due temi ora?
Tra i due meglio UnipolSai di Generali. Il primo titolo ha di nuovo accelerato dopo aver rotto la resistenza posta a 2,12/2,15 euro e potrebbe andare a ritestare i massimi di 2,50 euro ante stacco generosissima cedola. Ne abbiamo già parlato, ma per un approccio discreto ed a medio lungo termine acquisteremmo a piccole dosi in piu tempi Cattolica e Vittoria assicurazioni.
Dopo i recenti progressi il dollaro sta ripiegando sia rispetto allo yen che all’euro. Cosa si aspetta per queste due coppie di cambi nel breve?
Ci aspettiamo su questi due importanti cross un continuo tiro alla fune, già segnalato ai nostri abbonati. Per l'euro-dollaro segnaliamo un range tra 1,05 e 1,1 e per il dollaro-yen tra 105 e 115: in entrambi i casi si tratta di un range molto ampio che può consentire un buon trading, sopratutto con l'uso delle opzioni out of the money.

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.