-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 15 maggio 2017

FIB: operatività valida per la giornata


Marco Benzoni
 
Oscillatori: una seduta di rientro in area neutrale e nuovo ipercomprato per il RSI che, in precedenza, aveva già stazionato per ben cinque sedute consecutive in condizione di ipercomprato. Ribadisco quanto scritto di recente: “statisticamente tale condizione dura una o due sedute nel 65% dei casi circa, il restante 35% riguarda i casi con tre o più sedute in ipercomprato (da quattro in avanti sempre meno frequenti) e, dunque, è lecito attendersi che, entro una o due sedute al massimo, il mercato possa smaltirlo abbastanza velocemente. Nei casi eccezionali si osserva la continuazione direzionale ma, per averne conferma, occorrerebbe una close serale almeno sopra 21380”. Lo stocastico rimane in area neutrale incrociato sempre al ribasso con la sua media mobile; anche in questo caso non si sono verificati segnali idonei per uno short di breve o brevissimo termine, almeno per ora, e il precedente incrocio rialzista, come atteso, incoraggia nuovamente i compratori a entrare o rientrare long ogni volta che, anche solo intraday, le quotazioni ritracciano ma, considerando il rapporto presunto rischio/rendimento attuale, cautelativamente occorrerà ora prestare attenzione massima.
Volumi: flat e nessun segnale per la prossima seduta.
Operatività su base grafica
Indecisione per il mercato che, dopo una barra outside con massimi di periodo realizzati proprio nella prima fase, disegna ora una inside bar a chiusura contraria alla suddetta outside. Per la prossima seduta: un’apertura tra 21235/240 e 21370 vedrebbe l’area di massimi come una possibile resistenza e, dunque, un’eventuale break rialzista andrà monitorato su base oraria per verificare la validità della rottura o, piuttosto, un possibile segnale di inversione; un’apertura tra 21000 e 21150 giustificherà, invece, la direzionalità rialzista in caso di rottura sopra i suddetti massimi (21370), mentre un eventuale break-down sotto 21000 dovrà essere confermato intraday su time-frame inferiore. Tra 21155 e 21240 l’apertura sarà considerata neutrale e si dovrà attendere la prima ora per poter avere migliori indicazioni operative.
Operatività su base statica
Breve/brevissimo termine: il mercato si trova tra due livelli che rilevano, rispettivamente, supporto a 21060 e target/resistenza prossimi a 21560/565 punti circa. In caso di ulteriori ritracciamenti intraday e/o di brevissimo termine i livelli inferiori saranno validi a 20940/945 e 20750 punti circa; per tutti i valori riportati, in ogni caso, trattasi di livelli indiretti e di ritorno da precedenti rotture rialziste confermate e, dunque, avranno valore prevalentemente per acquisti sulla debolezza ma non saranno rilevanti per giustificare eventuali rottura direzionali al ribasso.
Medio termine: il fib ha raggiunto progressivamente tutti i target auspicati negli ultimi mesi, con particolare rilevanza per i livelli già ampiamente citati a 20300/20350, 20650/20700 e 21000/21050 punti. L’ultimo movimento rialzista, avvenuto con un forte gap-up, ha saltato di netto il valore di riferimento che si trovava a 19600 circa e che condizionava il mercato da qualche settimana, sia al rialzo che al ribasso e che richiamava con costanza i prezzi ogni qualvolta si allontanavano; al momento, invece, le quotazioni stanno stabilmente sopra 21030, ultimo dei livelli di cui sopra, area che fa da riferimento ogni volta che il mercato ha ritracciato intraday, ma non è ancora avvenuto un reale allontanamento dallo stesso con accelerazione rialzista. Quando ciò avverrà, ci saranno discrete possibilità di vedere target superiori a 21800/21900 in primis ed eventualmente, in caso di sua successiva tenuta, anche area 22700/750 punti. Qualora, invece, si dovessero verificare nuovi ritracciamenti di una certa consistenza prima di un nuovo rialzo,  proprio area 19600 circa andrà attentamente monitorata.
Operatività su base dinamica
Il supporto primario indicato di recente a 21000/21050 nei precedenti articoli ha perfettamente sostenuto il mercato durante i tentativi ribassisti, permettendo un ritorno, nell’ultima seduta, vicino ai massimi di periodo. Tra 21200 e 21250 si rileva ora un nuovo livello che, tuttavia, avrà valenza solo per il brevissimo termine e l’intraday e la cui rottura potrebbe attivare un obiettivo a 20850/20900 punti circa.
Trend presunto di breve termine e operatività su base ciclica
Trend grafico di brevissimo termine: sempre sopra la resistenza a 20465, il primo supporto rimane a 20985 punti.
Trend di breve termine: rotta nuovamente la resistenza di consolidamento a 20515 (precedente 19870), primo supporto a 20745.
Ciclico-prezzi: il Minor-Trend, long da 20500 ha chiuso la posizione a 21250 ed è ora flat; supporto a 20965. Il Main-trend evidenzia un supporto di medio termine a 19785 punti circa.

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.