-
Quotazioni da TradingView

Class CNBC
Share Video
Share Video
-04:40Live-04:40
Live

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 10 maggio 2017

Cambiato il mood su Piazza Affari: le occasioni tra i titoli

Davide Pantaleo
 
Di (KSE: 003160.KS - notizie) seguito riportiamo l'intervista realizzata ad Angelo Ciavarella, trader indipendente, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'indice Ftse Mib e su alcune blue chips.

A Piazza Affari il Ftse Mib sta aggiornando i massimi dell'anno dopo l'esito favorevole delle elezioni francesi. Si aspetta ulteriori salite nel breve?

Il mercato già in occasione del primo turno delle elezioni francesi aveva prezzato una vittoria di Macron al ballottaggio. Il rischio politico di fatto è venuto meno in Europa dopo la sconfitta di Le Pen (Other OTC: PENC - notizie) e mi sembra che le Borse del Vecchio Continente siano comprate meglio ora rispetto ai mercati americani, dove l'S&P500 fatica a rompere i massimi storici in area 2.400.
Da notare l'ottima performance del Dax30 che segna nuovi massimi storici, al pari del Nasdaq Composite in America.
Bene (Londra: 0N6T.L - notizie) anche Piazza Affari dove il Ftse Mib raggiunge nuovi top dell'anno e non è facile dire dove potrà fermarsi l'ascesa dei corsi, considerando anche il mood degli investitori è stato davvero modificato rispetto a sei mesi fa non solo su Piazza Affari ma anche sull'Italia.
Non dimentichiamo che il nostro mercato viene da vendite piuttosto pesanti verificatesi lo scorso anno e che hanno trovato un freno solo dopo una vittoria del no al referendum a dicembre scorso.
C'è ancora spazio al rialzo per il Ftse Mib che nel breve ha un obiettivo in area 22.000 e ogni eventuale ritracciamento, che potrebbe effettivamente verificarsi, sarà a mio avviso un occasione di acquisto e non solo a Piazza Affari.
Maggio è un mese in cui statisticamente i mercati azionari flettono un po', ma le flessioni dovrebbero rivelarsi piuttosto contenute, con ribassi nell'ordine di 2-3% punti. A Piazza Affari il Ftse Mib potrebbe tornare a ridosso dei 21.000 punti e non mi aspetto ripiegamenti accentuati che portino lontano da questa soglia di prezzo.
Nella seduta di ieri tra i bancari è stato fortemente penalizzato dalle vendite Banco BPM, ma tra i peggiori troviamo anche Ubi Banca (Amsterdam: UF8.AS - notizie) . Cosa può dirci di questi due titoli?
Banco BPM ha disegnato un doppio massimo in area 2,93/2,95 e questa figura tecnica sta un po' fermando l'ascesa dei corsi. Sui livelli attuali liquiderei le posizioni rialziste in essere, rinviando nuovi acquisti al superamento di quota 3 euro e non prima. Ieri il titolo ha registrato una performance molto negativa in presenza di un mercato che ha chiuso con il segno più e questo non è certo un'indicazione positiva per Banco BPM.
Diverso il discorso per Ubi Banca che ha performato meglio di Banco BPM e proprio ieri ha segnato un nuovo massimo dell'anno. A mio avviso il target naturale per Ubi Banca dovrebbe essere a 4,8/4,9 euro, anche se si tratta di valori di prezzi abbastanza lontani da quelli correnti.
Nel (Londra: 0E4Q.L - notizie) risparmio gestito ieri Banca Generali ha festeggiato con un rally i conti del primo trimestre, ma performato bene anche Azimut (Milano: AZM.MI - notizie) . Quali indicazioni ci può fornire per questi due titoli?
In presenza di un mercato azionario che sale è normale che il risparmio gestito ne tragga beneficio. Azimut in particolare potrebbe allungare verso area 20/20,2 euro dove dovrebbe arrestarsi un po' la salita dei corsi. Il titolo è ancora ben lontano dai massimi segnati un anno e mezzo/ due anni fa in area 28 euro, per cui c'è ancora spazio per salire, ma nel breve non mi aspetto allunghi oltre i 20 euro.
Un acquisto ora di Azimut non offrirebbe margini di guadagno allettanti, mentre diventerebbe più interessante in caso di storni verso area 18,5 euro dove valuterei l'apertura di nuove posizioni long.
Banca Generali è ben impostato e potrebbe continuare ad apprezzarsi con target a 29/29,5 euro, sulla scia dei buoni risultati trimestrali diffusi ieri.
Telecom Italia (Amsterdam: TI6.AS - notizie) è arrivato a lambire quota 0,9 euro sulla scia dei recenti progressi. Sta cambiando davvero qualcosa per questo titolo?
Telecom Italia sembra essersi risvegliato un po', pur ricordando che si tratta di un titolo particolare perchè ha sempre rendimenti al di sotto della media. Nell'ultimo periodo le quotazioni sono salite parecchio passando da 0,8 a 0,9 euro sostanzialmente nelle ultime due settimane.
Telecom Italia potrebbe continuare a salire e a mio avviso è un buon buy con primo target a 1 euro e obiettivo successivo a 1,1 euro.
Campari (Milano: CPR.MI - notizie) ieri ha raggiunto nuovi record storici sulla scia della trimestrale. Si può ancora acquistare?
Campari è senza dubbio un ottimo titolo, ma come già detto in altre occasioni personalmente preferisco non inseguire i prezzi. Chi ha già il titolo in portafoglio può mantenerlo, ma per nuovi acquisti attenderei uno storno i area 5,3/5,2 euro, senza contemplare ovviamente uno short in alcun modo.

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.