-

Class CNBC
Share Video
Share Video
-04:40Live-04:40
Live

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 15 maggio 2017

Borse deboli dopo avvio in salita. Atlantia in luce sul Ftse Mib


Anche la seduta odierna si è conclusa in positivo per le Borse asiatiche, ma non per tutte, visto che i listini cinesi hanno guadagnato terreno per la sesta giornata consecutiva, mentre non ha evitato il segno meno il mercato giapponese. L'indice Nikkei 225 ha ceduto un frazionale 0,07%, frenato dal recente recupero dello yen nei confronti del dollaro.
Incerte le Borse europee che dopo un avvio positivo non sono riuscite a mantenersi al di sopra della parità.
Al momento solo il Ftse100 resta ancora al segno più con un rialzo dello 0,09%, mentre il Dax30 e il Cac40 hanno cambiato rotta e cedono rispettivamente lo 0,2% e lo 0,26%.
Praticamente vuota l'agenda macro in Europa dove è stato diffuso solo un aggiornamento in Italia e ci riferiamo all'inflazione che ad aprile ha evidenziato una variazione positiva dello 0,4%, in rialzo rispetto allo 0,3% di marzo e alle attese degli analisti.
Prova a mantenersi a galla Piazza Affari dove il Ftse Mib dopo aver tentato un allungo oltre quota 21.700, è tornato indietro e si presenta ora poco sotto i 21.600 punti, sui valori del close di venerdì scorso.


Tra le blue chips spicca la buona performance di Atlantia che mostra un rally di quasi il 3% dopo che la società ha lanciato un'Opas da 16,5 euro per azione in contanti sulla spagnola Abertis.
Spunti positivi nel settore oil sostenuto dal rialzo dei prezzi del petrolio oltre quota 49 dollari al barile, alimentato dall'apertura di Arabia Saudita e Russia ad un'estensione dei tagli alla produzione.
Tenaris guadagna il 2,04%, seguito da Saipem ed ENI che avanzano rispettivamente dell'1,13% e dello 0,74%.
A due velocità i bancari con Bper Banca in recupero di quasi il 2%, seguito a distanza da Banco BPM e Intesa Sanpaolo entrambi in salita dello 0,28%, mentre Mediobanca e Ubi Banca scendono dello 0,16% e dello 0,38%, lasciando pùi indietro Unicredit che perde l'1%, complici alcune prese di profitto dopo i progressi messi a segno la scorsa settimana sulla scia dei conti del primo trimestre.
Ben intonati gli assicurativi, ma non tutti, visto che Unipol perde l'1,09%, mentre Generali e UnipolSai viaggiano in salita rispettivamente dello 0,47% e dello 0,74%.
In calo di mezzo punto Mediaset che non trova sostegno nella mossa di Fininvest, salita nel capitale del gruppo dal 38,2% al 39,53%.   
Sul fronte macro USA per oggi si segnala l'indice New York Empire State Manufacturing che a maggio dovrebbe salire da 5,2 a 8 punti, mentre l'indice Nahb, sempre riferito al mese in corso, dovrebbe rimanere invariato a 68 punti.


Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.