-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 31 maggio 2017

Bond News: Euromacro


Interessanti le cifre macroeconomiche pubblicate in giornata.
In Germania, l'Ufficio federale di statistica (Destatis) ha reso noto che nel mese di aprile le Vendite al Dettaglio hanno fatto segnare un decremento dello 0,2% su base mensile, a fronte di attese per un incremento dello 0,2%. Su base annuale e in termini reali l'indice e' diminuito dello 0,9% (consensus pari a +2,3%), dal +2,9% della rilevazione di marzo.
In Francia l'Ufficio di Statistica Insee ha pubblicato i dati preliminari sull'inflazione.

Nel mese di maggio l'indice dei prezzi al consumo è cresciuto su base mensile dello 0,1% in linea con la rilevazione di aprile (consensus +0,2%) ma è aumentato delo 0,8% su base annuale (ad aprile si era registrato un incremento dell' 1,2%).
In maggio €-coin è diminuito a 0,60 da 0,67 in aprile, rimanendo tuttavia su valori coerenti con una crescita sostenuta dell'attività economica nell'area dell'euro.
L'indicatore è stato frenato dalla debolezza dell'attività industriale, il cui effetto ha prevalso sull'impulso positivo derivante dai corsi azionari.
In Germania nel mese di maggio il tasso di disoccupazione si e' attestato al 5,7%, in calo rispetto alle attese e alla rilevazione precedente, pari al 5,8%.

Il numero di disoccupati e' diminuito di 9 mila unità a fronte di un calo atteso di 15 mila unità e dopo un calo di 15 mila unità in aprile.
L'Istat rende noto che dopo la crescita registrata a marzo, ad aprile la stima delle persone in cerca di occupazione ad aprile torna a diminuire sensibilmente (-3,5%, pari a -106 mila su base mensile).
Il calo interessa entrambe le componenti di genere ed è distribuito tra tutte le classi di età. Il tasso di disoccupazione scende all'11,1% (-0,4 punti percentuali), mentre quello giovanile rimane stabile al 34,0%.
La Bank of England ha reso noto che il dato relativo al credito al consumo di aprile si e' attestato a 1,525 mld di sterline, in crescita rispetto alle attese (pari a 1,500 mld) ma inferiore al dato di marzo (1,613 mld).

I prestiti netti ai privati si sono attestati a 4,3 mld di sterline, inferiori alla rilevazione precedente e (4,7 mld) e alle attese pari a 4,5 mld.L'approvazione di mutui per abitazioni e' scesa a 64,6 mila unità da 66 mila unità di marzo.In un rapporto separato, la BoE ha dichiarato che la massa monetaria M4 è in crescita dell'1,2%.
Eurostat ha comunicato che nella Zona Euro nel mese di aprile il tasso di disoccupazione si e' attestato al 9,3%, inferiore alle attese e alla rilevazione precedente entrambe fissate su un indice del 9,4%
In base ai dati Eurostat la rilevazione preliminare sull'inflazione nell'Eurozona nel mese di maggio si attesta a +1,4% su base annuale, inferiore sia alle attese degli analisti fissate all'1,5% che alla rilevazione precedente pari al'1,9%.

L'indice Core si attesta al +0,9% a/a dal +1,2% precedente (consensus +1%).
L'Istat rende noto che mese di maggio 2017, secondo le stime preliminari, l'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, diminuisce dello 0,2% su base mensile e registra un aumento dell'1,4% rispetto a maggio 2016 (era +1,9% ad aprile).Il rallentamento dell'inflazione è dovuto soprattutto ai prezzi di alcune tipologie di prodotto, la cui crescita si riduce di ampiezza pur rimanendo sostenuta.

È il caso degli Energetici non regolamentati (+6,8%, da +9,1% di aprile), dei Servizi relativi ai trasporti (+3,2%, da +5,5%) e degli Alimentari non lavorati (+3,7%, da +4,7%).L'inflazione acquisita per il 2017 è pari a +1,2% per l'indice generale; +0,6% per la componente di fondo.
In base ad una prima stima dell'INE (instituto Nacional de Estatistica), nel primo trimestre 2017 il Pil del Portogallo è cresciuto dell'1% rispetto al trimestre precedente risultando in crescita del 2,8% su base annua.
Secondo Sabine Lautenschlaeger è necessario prepararsi alla fine dell'attuale politica monetaria aggressiva.
Diminuiscono lievemente i depositi overnight presso la Bce.

L'ultima rilevazione giornaliera indica che i depositi di breve delle banche europee presso la Banca centrale europea ammontano a 584,098 milioni di euro, dai 585,821 milioni della lettura precedente. Scendono a 148 milioni di euro i prestiti marginali da 242 milioni della rilevazione precedente.
Spread BTP/Bund a 185 punti base nel pomeriggio.
Il rendimento dei titoli di Stato italiani a 10 anni si attesta al 2,15%.
Intorno al riferimento i titoli di Stato tedeschi. Il Bund future sale a 162,32 punti (+0,02%) ed il Bobl future a 132,14 punti (-0,05%).
(CC - www.ftaonline.com)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.