-
Quotazioni da TradingView

Class CNBC
Share Video
Share Video
-04:40Live-04:40
Live

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 22 maggio 2017

7 azioni adatte ad ogni tipo di investitore


Che si abbracci un approccio prudente o aggressivo, poco importa: per Brett Kenwell esistono azioni adatte ad ogni tipo di investitore, in particolare al sua attenzione si è rivolta a 7 titoli. 

Johnson & Johnson (NYSE: JNJ )

Nonostante non sia un titolo particolarmente a buon mercato, scambiato a 17 volte gli utili,è uno dei famosi buy&hold adatti ad un investitore di natura conservatore, che vede la sua crescita lenta come un fattore di rassicurante costanza, attratto dai suoi dividendi ( 2,6%), tra i più noti ed affidabili del mercato.

Negli ultimi 5 anni il titolo ha quasi raddoppiato il suo valore, il tutto nela prospettiva di un + 5% di crescita sulel vendite sia per il 2017 che pr il 2018 mentre per lo stesso lasso di tempo gli utili sono visti in aumento rispettivamente del 6% e del 7%.

Pfizer Inc.
(NYSE: PFE )

L'andamento in borsa della casa farmaceutica negli ultimi 12 mesi non è stato esaltante, anzi, ha visto un risultato negativo pari al 2%. A consolare gi azionisti potrebbe essere il dividend yield al 4%. Il grosso punto interrogativo con Pfizer è la voce M&A. Pur avendo marchi molto noti come Advil, Xanax, iViagra, Lipitor e molti altri, pur contando su una capitalizzazione di mercato di quasi 200 miliardi di dollari e un'ampia flessibilità di bilancio, gli investitori chiedono di più.

Pfizer e Allergan plc (NYSE: AGN ) con il loro buyout dell'anno scorso da 160 miliardi di dollari affare avrebbe potuto rappresentare la svolta. Ma l'affare è saltato a causa di norme statunitensi che impediscono le fusioni inverse ovvero quelle che prevedono l'azienda più piccola, ma che gode di un regime fiscale agevolato, acquisirne una più grande e che potrà sfruttare, appunto, quel sistema.
Le previsioni degli analisti parlano di una crescita del 5,6% dell'EPS in media nei prossimi cinque anni, non molto ma di sicuro caratterizzata da un andamento costante. A questo si aggiunga anche il fatto che le azioni della società sono scambiate a soli 12 volte gli utili previsti, quindi ad un livello relativamente conveniente.

Cisco Systems, Inc.

(NASDAQ: CSCO)

Le azioni si addicono a un investitore con un profilo di rischio moderato. Dividend yield al 3,7% e azioni che nel 2017 sono aumentate del 13% e del 27% negli ultimi 12 mesi: un biglietto da visita di tutto rispetto se non fosse stato per quel crollo arrivato il 18 maggio sulla scia di un report che prevedeva un quarto trimestre fiscale in calo dal 4% al 6%.
Cosa significa questo? Che il rally finora registrato potrebbe non essere sostenibile sul futuro. A fare da contraltare un rendimento vicino al 4%, una valutazione che scilla intorno a 13,5 volte gli utilie soprattutto la volontà di lavorare per un posizionamento più vantaggioso sul settore del futuro, cioè quello della sicurezza informatica, del cloud e dell'intelligenza artificiale, strategia confermata da recenti acquisizioni mirate ma anche da possibili altre grandi manovre in futuro grazie alla solida liquidità in cassa.

CyrusOne Inc (NASDAQ: CONE)

Anche in questo caso il profilo di rischio di chi punta su questo tipo di azione dovrebbe essere moderato.

Il dividend yield del 3,1% è il risultato di aumento costanti arrivati al 160% nel giro di 4 anni esarà facilmente supportato dallo sviluppo del mercato di riferimento dell'azienda: i servizi di cloud storage. In molti, parlando di cloud, pensano immediatamente a nomi come Microsoft Corporation (NASDAQ: MSFT ) o Amazon.com, Inc.
(NASDAQ: AMZN ), senza ricordare quello che c'è alla base e cioè la locazione di spazio per l'archiviazione dati su cloud. Una similitudine tra le aziende che affittano spazi cloud può essere fatta con le stesse che affittano spazi immobiliari, con la sola differenza che le seconde, di fronte a un mercato in crisi a causa dei fallimenti di negozi battuti dalla concorrenza del'e-commerce, stanno registrando diverse difficoltà mentre le prime si trovano al centro di un mercato in futura espansione.

Gli analisti si aspettano ricavi a +27,4% quest'anno e +17% l'anno prossimo mentre i guadagni dovrebbero vedere una crescita costante del 36,2% all'anno per i prossimi cinque anni.

Blackstone Group LP (NYSE: BX )

Buono per l'investitore aggressivo a causa della forte volatilità che ha contraddistinto la performance del titolo arrivato a 25 dollari nel 2014 ha visto i 38 nel 2015 per rollare nuovamente a 25 nel 2016 e a 29 al momento.

A consolare gli animi, soprattutto di chi non ama le montagne russe, un dividendo di tutto rispettodell'8,1% ma che, proprio per la sua corposità, è spesso visto come un segnale di avvertimento. Nell'analisi di Kenwell, però, Blackstone rappresenta un'eccezione grazie a un business che ha una crescita secolare e a una gestione che potrebbe permettere agli azionisti addirittura di godere di plusvalenze, il che rende le azioni Blackstone potenzialmente sottovalutate.

Qualcomm, Inc.

(NASDAQ: QCOM )

Anche in questo caso il titolo è consigliato per un investitore aggressivo visto che, a fronte di un dividend yield del 4%, le azioni hanno registrato una corsa tumultuosa di quest'anno, in calo del 14% nel 2017. Alla base della vicenda, la causa con Apple Inc.
(NASDAQ: AAPL ) e il blocco dei pagamenti delle licenze che la dita di Cupertino ha messo in atto fino alla fine della vertenza. LA vicenda si va a sovrapporre anche al pagamento degli 815 milioni di dollari che a sua volta Qualcomm ha dovuto a BlackBerry Ltd (NASDAQ: BBRY ) a metà aprile. Sebbene gli utili stimati siano diminuiti drasticamente restano le aspettative degli analisti che, abbassate, tecnicamente sarebbero anche più facile da battere, soprattutto se si pensa che l'acquisizione di NXP Semiconductors NV (NASDAQ: NXPI ) potrebbe essere chiusa e portare perciò una spinta rialzista sul titolo


Tupperware Brands Corporation (NYSE: TUP)

Dividend Yield del 4% e caratteristiche tipiche di un titoli per un azionista con un senso del rischio alto e perciò aggressivo.

Scambiato a 14 volte le stime degli utili, nel prossimo futuro potrebbe vedere un aumento delle vendite del 3,1% nel 2017 e del 3,8% nel 2018 mentre si avrebbe una media di aumento sui guadagni del 12% l'anno per i prossimi 5 anni. La crescita dei dividendi, ferma da ormai quasi tre anni, cioè dal 2014, viene definita un problema secondario che potrebbe essere risolto già quest'anno anche per dare un segnale agli investitori eventualmente interessati.



Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.