-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 20 marzo 2017

Generali al vaglio dei broker dopo i risultati. Quali strategie?


Anche l’ultima seduta della settimana si è conclusa con il segno più per Generali che ha guadagnato terreno per la terza giornata consecutiva. Il titolo, dopo aver archiviato la sessione di ieri con un progresso di oltre due punti e mezzo percentuali, quest’oggi ha mostrato un andamento incerto.
Nel corso della giornata Generali ha prestato il fianco ad alcune prese di profitto, salvo poi risalire la china e terminare gli scambi a 14,6 euro, con un frazionale rialzo dello 0,14% e oltre 14 milioni di azioni transitate sul mercato, al di sopra della media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 10 milioni di pezzi. 

Una sintesi dei risultati 2016

Generali quest’oggi ha consolidato il rialzo della vigilia seguito alla diffusione dei risultati dell’esercizio 2016, chiuso con un utile netto in rialzo del 2,5% a 2,081 miliardi di euro, il miglior risultato degli ultimi nove anni. 
I premi complessivi sono scesi del 3,9% a 70,513 miliardi di euro, ma è da segnalare la buona performance del danni con un progresso del 2,1% a 20,783 miliardi di euro, a fronte di una flessione del 6,3% accusata dal business Vita a 49,730 miliardi di euro. 
Generali ha annunciato un dividendo di 0,8 euro per azione, in crescita dell’11,1% rispetto agli 0,72 euro del 2015. 

I commenti delle banche d'affari e le indicazioni sul titolo

I numeri diffusi ieri da Generali sono stati accolti con favore dagli analisti.

a partire da quelli di Equita SIM che hanno aggiornato le stime sul gruppo. Nel dettaglio le previsioni sull’utile operativo vita e su quello danni, peggiorando però conservativamente la parte non operativa. 
Le stime sull’utile netto relative all’anno in corso e al prossimo sono state aumentate del 6%, mentre la previsione sul dividendo di quest’anno passa da 0,75 a 0,8 euro per azione. 
Gli analisti apprezzano i frutti della strategia del management di Generali, ma mantengono una view cauta sul titolo, con una raccomandazione “hold”, visto il limitato upside rispetto al prezzo obiettivo che pure è stato rivisto verso l’alto da 15 a 16 euro. 
Non si sbilancia neanche Banca Akros che sul titolo ribadisce il rating “neutral”, con un target price ritoccato da 14,4 a 15,5 euro.

Per gli analisti i conti del 2016 di Generali hanno evidenziato una performance tecnica migliorata più delle attese. La loro idea è che i principali catalizzatori per il titolo restino il dividendo e la velocità di esecuzione del piano industriale del gruppo, oltre a possibili sorprese nello sviluppo del business dell’asset management.
Al pari di Banca Akros anche Bank of Americ-Merrill Lynch ha una raccomandazione “neutral” su Generali, con un fair value rivisto da 15 a 15,5 euro, pur riconoscendo che i numeri del 2016 sono stati forti e migliori delle attese. 
Non mancano le indicazioni bullish per il titolo a partire da quella di Kepler Cheuvreux che suggerisce di acquistarlo con un prezzo obiettivo rivisto da 15,5 a 16 euro. 
Il broker ha apprezzato i risultati diffusi ieri da Generali che a suo dire continua a migliorare la qualità del business.

Per gli analisti non è da escludere che la compagnia triestina possa superare le sue promesse sul dividendo. 
A puntare sul titolo è anche Banca IMI con una raccomandazione “buy” e un target price a 17,1 euro, sulla scia dei buoni conti di cui gli analisti hanno apprezzato in particolare l’accelerazione nella riduzione dei costi. 
Infine, Jp Morgan oggi ha ribadito l’invito a sovrappesare Generali in portafoglio, con un fair value alzato da 14 a 16,5 euro.

La banca americana ha migliorato la stima di utile operativo 2018 da 5,3 a 5,5 miliardi euro sulla scia dei risultati operativi migliori delle attese conseguiti nel 2016, al pari del Solvency.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.