-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 1 dicembre 2016

Diario di un trader: strategie e spunti per le prossime 24 ore

La giornata di ieri a Piazza Affari è stata caratterizzata da due forze che hanno plasmato ugualmente il risultato finale di +2,23%: un calo della paura circa la vittoria del No al referendum, che ha permesso uno sprint da parte dei bancari, e l'accodo sul petrolio che l'Opec è riuscita finalmente a raggiungere e che ha regalato un rally agli energetici.

La situazione


â–º Come si legge nell'analisi finale, il Ftse100 e il Dax30 si sono accontentati di un rialzo rispettivamente dello 0,17% e dello 0,19%, mentre il Cac40 ha guadagnato lo 0,59%.

Invece, da parte sua, il Ftse Mib al test di area 17.000, ha terminato gli scambi a 16.930 punti, con un rialzo del 2,23%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 16.972 e un minimo a 16.557 punti.
â–º Sul fronte del greggio oltre all'accordo che l'Opec ha raggiunto per tagliare la produzione nella misura di di 1,2 milioni di barili al giorno si registra come detto nella news, anche quanto reso noto dal Dipartimento dell'energia Usa circa le scorte strategiche di petrolio che nell'ultima settimana sono scese di 900mila barili, mentre le attese erano per un calo di 250mila barili.
â–º Restando dall'altra parte dell'oceano bisogna ricordare anche i numerosi dati macro provenienti dall'economia a stelle e strisce e nello specifico:

Le previsioni

â–º Tornando a Piazza Affari e alla paura per il referendum, continuano le analisi delle diverse case d'affari sugli scenari che attendono il mercato italiano all'indomani della consultazione elettorale.

L'ultima in ordine di tempo è quella resa pubblica da Credit Suisse e di cui è possibile leggere una sintesi cliccando qui 
â–º Innegabile che l'accordo Opec influisca direttamente sull'andamento di alcuni titoli come ad esempio Saipem a sua volta coinvolto nello sviluppo dell'affare South Stream.
Per questo motivo è interessante controllare il parere delle varie banche d'affari nella panoramica di riferimento
â–º Più in generale sul listino italiano ieri è stata la volta dei titoli oil con una carrellata di titoli consigliati dagli esperti
â–º Ma le buone occasioni si allargano anche al settore delle Utilities con alcuni grandi nomi che si avvantaggiano delle indicazioni degli esperti tra cui Goldman Sachs, Banca Imi e Kepler Cheuvreux.

Le strategie per le prossime 24 ore

â–º Non si può scindere le strategie sui mercati dal fattore referendum.

Questa è la base d'appoggio da cui parte l'analisi di Angelo Ciavarella, Head of business development per AFX Group.
â–º Chi invece teme la volatilità è Enrico Malverti, Quant analyst di Cybertrader, il quale, però, ricorda che, come è facile prevedere, la vera partita si giocherà lunedì prossimo.

L'agenda macroeconomica

â–º Per quanto riguarda l'agenda macroeconomica torna sotto i riflettori la Cina con l'indice manifatturiero PMI e con l'indice dei direttori d'acquisto del settore manifatturiero, dato che riguarderà anche la Germania con la pubblicazione del dato su Berlino. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento