-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 1 dicembre 2016

5 buy da valutare senza perdere troppo tempo


Dal team di Investing.com una nuova lista di titoli buy, costruita a partire dai trend settimanali rivelati dal servizio di trading game Forcerank.

Amazon.com (NASDAQ:AMZN)

Il primo nome che viene fuori è il colosso dell'e-commerce Amazon.com. Le prime analisi sul week-end del Ringraziamento hanno mostrato ottimi trend delle vendite online, che in occasione tanto del Black Friday quanto del Cyber Monday hanno raggiunto una quota record di 12,7 miliardi.
Dato previsto da Amazon stessa, che si aspettava già di migliorare i risultati dello stesso periodo del 2015. Il titolo della società guidata da Jeff Bezos era stato pesantemente penalizzato dopo il risultato elettorale a sorpresa dell'8 novembre: molti investitori temevano infatti che una amministrazione Trump potesse comportare nuove restrizioni commerciali, con inattesi potenziali ostacoli alla crescita del fatturato.

Adesso, a distanza di venti giorni, Amazon ha recuperato in buona parte le perdite e sembra nuovamente pronta a rimettersi a scalare verso il fatidico test - da qualcuno prospettato ma per il momento ancora abbastanza distante - dei 1000 dollari per azione (le azioni passano di mano al momento a 750 dollari).

Goldman Sachs Group (NYSE:GS)

Tutto il settore finanziario, ricordano da Investing.com, è stato protagonista di un buon rally nel mese successivo all’elezione di Trump.

Le azioni dell'XLF, l'ETF che replica l’andamento delle principali banche e istituzioni finanziarie, hanno messo a segno un rialzo del 12% negli ultimi 30 giorni, a conclusione di un anno piuttosto piatto. Ma nessun’altra banca può vantare una performance come quella di Goldman Sachs. Il titolo della banca d’affari ha registrato un apprezzamento di circa il 20% dal giorno del voto e non da segno di voler arretrare tanto presto.
Gli utilizzatori di Forcerank piazzano la banca al top nel segmento finanziario. Qualche cautela, avvertono da Investing.com, è richiesta in ogni caso dall'analisi tecnica, visto che l'indice di forza relativa indica un valore vicino a 80, collocando l'azione in zona di ipercomprato.

Alphabet (NASDAQ:GOOGL)

Segnali di un sentiment positivo degli investitori anche per Alphabet.

Nonostante il successo della casa madre di Google sia storicamente legato al suo motore di ricerca che domina incontrastato il suo mercato di riferimento, negli ultimi tempi Alphabet sta cercando di estendere la sua influenza in altri segmenti con nuovi progetti, come lo smartphone Google Pixel, che cerca di insidiare l'Iphone, o l'assistente vocale Google Home.
Secondo le ultime stime forniite da Morgan Stanley all'inizio di questa settimana, il Pixel dovrebbe generare quasi 4 miliardi di fatturato il prossimo anno. 

Nordstrom (NYSE:JWN)

Da comprare per il team di Investing.com è anche il titolo del retailer del lusso Nordstrom.

Negli ultimi sei mesi le azioni di Nordstrom hanno messo a segno buoni guadagni dopo delle trimestrali superiori alle attese del consenso: il prezzo delle azioni è salito di quasi il 50% da luglio e l'analisi mostra che il titolo ha ancora il supporto tecnico per continuare l'ascesa, grazie soprattutto all'espansione dei brand del gruppo Nordstrom Rack e Hautelook: il segmento dei marchi a basso costo ha registrato una crescita del volume d'affari del 10,2% nel terzo trimestre e continua a performare meglio del segmento dei brand di fascia alta. 

Salesforce.com (NYSE:CRM) 

Chiude la rassegna dei titoli consigliati team di Investing.com la californiana Salesforce, specializzata in software basati su cloud.

Salesforce arriva al passaggio di fine anno con buoni risultati dopo aver vissuto un anno così così. La trimestrale ha mostrato che la società riesce a crescere a un ottimo ritmo anche senza sbilanciarsi sul fronte M&A. I ricavi del gruppo hanno registrato un incremento del 25% rispetto allo stesso periodo del 2015, a fronte di utili in miglioramento del 14%. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento