-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 18 novembre 2016

Yellen: te lo do io Trump!

Ieri nonna Yellen è apparsa in pubblico per la prima volta dopo le elezioni di Donald Trump a presidente degli Stati Uniti e non le ha certo mandate a dire!
“Ha molti aspetti positivi” e non sarebbe opportuno “portare indietro le lancette della regolamentazione finanziaria”, ha dichiarato il presidente della Federal Reserve durante la testimonianza davanti alla Commissione economica congiunta del Congresso, sottolineando che “si dovrebbe essere felici che ora il sistema finanziario è più sicuro e poggia su basi più solide”
Balle! Il sistema non poggia affatto su basi più solide! Concordiamo sul fatto che qualcosina è stato fatto ma nulla in confronto a quello che servirebbe ovvero il ripristino immediato del Glass-Steagall Act
In particolare, ha detto Yellen, “non sarebbe opportuno tornare ai precedenti standard sui mutui che hanno portato alla crisi”.
Noi recentemente abbiamo demolito anche questa affermazione in questo dettagliato post…
Solo due grafici per smontare questa ennesima falsa affermazione!
Alcuni degli stessi personaggi che hanno giocato ruoli di primo piano nel corso dell’ultimo boom del mercato immobiliare e il successivo crollo sono riapparsi.

Ricordate la leggenda  Countrywide?
In California, alcuni dei più grandi istituti di credito non bancari  includono PennyMac, AmeriHome Loans, e Stearns. Tutti e tre hanno sede nel sud della California, l’epicentro del boom nel settore prestiti ipotecari subprime dello scorso decennio.
E tutte e tre le società sono gestite da dirigenti che in precedenza lavoravano a  Countrywide Financial, l’ormai defunta prestatrice subprime fondata da Angelo Mozilo (Bank of America ha acquistato Countrywide a 4 miliardi nel luglio 2008).
PennyMac, rapida crescita per un prestatore non bancario, è gestito da Stanford Kurland, un ex dirigente di Countrywide Home Loans e direttore IndyMac.

Stearns, un prestatore non bancario basato a Santa Ana, California, è gestito da Brian Hale, ex presidente della divisione Countrywide. E Joshua Adler, che è amministratore delegato di AmeriHome ha ricoperto ruoli simili in Countrywide e Bank of America.
La maggior parte delle erogazioni di mutui provengono a malapena ancora dalle banche tradizionali! La loro quota è scesa dal 91% nel 2009  dopo che molte delle banche ombra erano crollate nell’ultima crisi al 51,7%  nel 2016.

La quota di banche ombra (linea blu) è salito al 48,3% (grafico da ATTOM).
Quindi o la Yellen non sa quello che dice e come Greenspan e Bernanke preferisce far finta di nulla e alimentare una nuova bolla immobiliare per tener su la baracca.
Infine …
“Alzeremo i tassi relativamente presto”, ha scritto nel discorso che recapita al Congresso, lasciando intendere che già a dicembre (la riunione è prevista per il 13 e 14) ci potrebbe essere un intervento di politica monetaria
Su forza alzateli, ma non una volta, due, tre e via così!
Lui, mister Greenback, il dollaro sta volando via…
Ancora un piccolo sforzo e il segnale e la parità sarà raggiunta in un battito di ciglia, basta solo rompere il minimi dello scorso dicembre 2015 e poi ci sarà davvero da ridere con il rialzo dei tassi in America.
Lui il Dollar Index il segnale lo ha già dato ed è inequivocabile!
State sintonizzati si annuncia una settimana di tutto rispetto per i mercati americani!
Non c’è due senza tre dice il famoso proverbio della cultura popolare italiana.
Dopo la Brexit  e le elezioni americane, abbiamo bisogno del Vostro prezioso aiuto per sovvertire tutti i pronostici e sondaggi che danno vincitore nella categoria ECONOMIA il Sole 24 Ore.
Autore: Andrea Mazzalai Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento