-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 2 novembre 2016

Sotto La Lente Dell'Analisi Tecnica: attese e obiettivi sui principali titoli


La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti al principale indice di benchmark italiano, il FTSE MIB, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).
*Mediobanca 
*
Mediobanca (+0,67%) in recupero dopo l'affondo di lunedì.

Il titolo resta in vista degli ostacoli a 7 euro circa, determinanti per la definizione dello scenario futuro. Oltre questa soglia via libera verso i top di marzo a 7,40 circa. Diversamente non si potranno escludere ripiegamenti diretti almeno al test dei supporti in area 6,40, media mobile a 50 sedute.
Se anche questo riferimento dovesse saltare rischio di rivisitazione di area 5,90. 
-Target: 7,40 euro 
-Negazione: 5,90 euro
-RSI (14): neutrale
Anima Holding
Anima Holding (-1,49%) preme contro i massimi di ottobre a 4,54 circa in attesa degli spunti per prolungare la reazione partita da area 3,90 in direzione di target a 5,60 e 5,84 almeno.

Nella direzione opposta discese sotto la media mobile a 20 periodi potrebbero far piombare nuovamente le quotazioni in area 3,90 minacciando di proseguire il movimento verso i minimi del 2014 a 3,60 circa.
-Target: 5,60 euro 
-Negazione: 3,90 euro
-RSI (14): neutrale
Telecom Italia
Telecom Italia (-0,13%) si mantiene a ridosso dei massimi toccati a ottobre a 0,80 circa.
Oltre questo limite resterebbe solo la resistenza orizzontale a 0,83 circa da battere per poter guardare con fiducia al futuro in direzione di obiettivi a 0,89 circa, quota pari al 38,2% di ritracciamento di tutta la discesa subita nell'ultimo anno. Tali attese verrebbero invece negate nel casi di ritorno sotto area 0,75, per obiettivi negativi a 0,68 circa, linea che sale dai minimi di luglio.
-Target: 0,89 euro
-Negazione: 0,75 euro
-RSI (14): neutrale
Leonardo
Leonardo (+0,18%) prova a lasciarsi alle spalle l'esitazione vista a fine ottobre e si allontana dai primi supporti in area 11.

La rottura di 11,50, massimi allineati di ottobre e marzo, rilancerebbe l'uptrend partito a giugno verso target a 12 euro almeno. Nella direzione opposta la violazione di area 10,90 costringerebbe a rinviare tali aspettative prospettando approfondimenti verso 10,40 almeno.
-Target: 12 euro
-Negazione: 10,40 euro
-RSI (14): neutrale
CNH Industrial
Cnh Industrial (-5,3%) completa un piccolo doppio massimo.
Gli ostacoli posizionati a 7,16 circa hanno respinto con forza l'attacco dei compratori così che i prezzi hanno travolto i primi supporti a 6,86 circa, media mobile a 20 periodi, scivolando fino a 6,70 circa. Elevato ora il rischio di rivedere area 6,46, riferimento orizzontale strategico nel quadro grafico di medio breve termine e non distante dalla base del canale che sale dai minimi di luglio.

Oltre 7,20 atteso invece il test a 7,50 del lato alto del canale che sale dai minimi di febbraio. 
-Target: 7,50 euro
-Negazione: 6,46 euro
-RSI (14): neutrale
(CC)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento