-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 18 novembre 2016

Sotto La Lente Dell'Analisi Tecnica: attese e obiettivi sui principali titoli


La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti al principale indice di benchmark italiano, il FTSE MIB, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).
Reply
Reply (+0,09%) tenta di opporsi alle vendite dopo aver violato area 110, supporti strategici definiti dai massimi estivi.

Sebbene ci siano i presupposti per una reazione - i principali oscillatori grafici sono sconfinati in ipervenduto a causa della velocità di discesa - è probabile che il movimento ribassista prosegua fino a 100/102, base del canale tracciata dai record di inizio anno. Per cancellare la debolezza e inviare segnali di miglioramento sarà invece necessaria la rottura della media mobile a 100 giorni, in transito a 118 circa.
-Target: 118 euro
-Negazione: 100 euro
-RSI (14): ipervenduto
Leonardo
Leonardo (-2,17%) ha incontrato una resistenza tenace a 12,50 circa, massimo del 14 gennaio, evidenziando una perdita di momentum.

A confermare questa condizione, il fatto che nell'ultimo mese il grafico dell'RSI a 14 sedute ha smesso di crescere mentre il grafico dei prezzi ha segnato nuovi massimi relativi. Diventa dunque probabile l'avvio di una pausa correttiva diretta almento al test dall'alto di area 11,50. Oltre 12,50, invece, via libera verso 13,25.
-Target: 13,25 euro
-Negazione: 11,50 euro
-RSI (14): ipercomprato
Intesa Sanpaolo
Intesa Sanpaolo (-1,14%) scende per la quinta seduta consecutiva dopo il mancato superamento del picco del 23 giugno a 2,258.

Le sorti del titolo dipenderanno ora dalla tenuta o meno dei supporti in area 2, media mobile a 100 giorni e minimi toccati a inizio mese. Sotto questo riferimento rischi infatti di rivistazione dei minimi estivi a 1,90 e 1,80 circa. Reazioni dai livelli attuali dovranno invece spingersi oltre 2,26 per essere credibili.
Target in tal caso a 2,40 circa.
-Target: 2,40 euro
-Negazione: 1,98 euro
-RSI (14): neutrale
Finecobank
Finecobank (-0,99%) ha praticamente cancellato la reazione messa a segno a ottobre e sta pericolosamente arretrando sui tali minimi a 4,71. Se anche quest'ultimo riferimento dovesse saltare si aprirebbero spazi di discesa verso 4,30 almeno.

Il ritorno sopra 5,28/5,30, media mobile a 100 giorni, permetterebbe invece di allentare le tensioni gettando le basi per un recupero più duraturo. 
-Target: 5,28 euro
-Negazione: 4,71
-RSI (14): neutrale
*Generali *
Generali (-1,64%) è stata nuovamente respinta dagli ostacoli a 12 euro circa, area critica in ottica di medio breve termine ed è precipitata verso i supporti poco sopra area 11, linea che sale dai minimi di luglio.
La violazione di questo riferimento, se confermata dalla rottura al ribasso dei minimi di fine settembre a 10,70, comporterebbe un deterioramento del quadro grafico di fondo per target negativi a 9,80 almeno. 
-Target: 12,00 euro
-Negazione: 10,70 euro
-RSI (14): neutrale
*Unipol *
Unipol (-1,36%) ha frenato la sua corsa a circa 3 euro, a contatto con il lato superiore del canale che sale dai minimi di luglio e su un livello corrispondente al picco del 23 giugno.

I prezzi dovranno quindi lasciarsi alle spalle alla svelta questo riferimento e rompere al rialzo area 3,10 per poter ambire a obiettivi in area 3,40. Diversamente potremmo assistere a un nuovo swing al ribasso diretto al test della media mobile a 100 giorni in transito a 2,48.
-Target: 3,40 euro
-Negazione: 2,48 euro
-RSI (14): neutrale
(CC)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento