-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 11 novembre 2016

Sotto La Lente Dell'Analisi Tecnica: attese e obiettivi sui principali titoli

La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti al principale indice di benchmark italiano, il FTSE MIB, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).
*
YNAP*
Dopo essere scesa a testare i minimi di agosto a 23,30 circa, YNAP (+0,76%) ha reagito con forza recuperando oltre la metà del terreno perduto dai top di ottobre.

Il ritorno in pianta stabile oltre area 26 permetterà di credere in un miglioramento delle condizioni operative. Ulteriori conferme oltre 27 euro, minimi allineati di settembre e metà ottobre. La pressione dei ribassisti tornerebbe invece a dominare la scena nel caso di ritorno sotto area 24,60.
-Target: 27 euro
-Negazione: 24,6 euro
-RSI (14): neutrale
Intesa Sanpaolo
Intesa Sanpaolo (+4,39%) riesce a prolungare la reazione avviata da area 2, dopo il test della linea che sale dai minimi di giugno, allungandosi fino a 2,20/2,22, massimi di settembre.

La rottura di questi ostacoli aprirebbe spazi di crescita interessanti per target a 2,258 (picco del 23 giugno) poi fino ad area 2,35/2,36, massimi toccati tra fine maggio e inizio giugno. Se i prezzi dovessero invece scivolare nuovamente sotto 2,14 resterebbe solo il supporto offerto a 2 euro circa a impedire un deterioramento dello scenario di fondo.

-Target: 2,26 euro
-Negazione: 1,98 euro
-RSI (14): neutrale
BP Milano
BP Milano (+5,77%) rimbalza con decisione dai supporti a 0,33, supporto orizzontale corrispondente ai minimi di luglio e settembre. Movimenti oltre la media mobile a 100 giorni, in transito a 0,39 circa aumenterebbero le probabilità di rivedere i massimi di ottobre a 0,45 circa, lato superiore della fascia laterale in cui i prezzi si muovono dalla scorsa estate.

Sotto 0,33 rischio invece di avvitamento ribassista verso area 0,26 almeno.
-Target: 0,456 euro
-Negazione: 0,33 euro
-RSI (14): neutrale
*FCA *
FCA (+7,82%) ha quasi riconquistato i massimi di fine ottobre a 6,80 circa rimbalzando con decisione dai supporti poco sotto i 6 euro, punto di passaggio della media mobile a 100 giorni.
Tale sostegno potrebbe quindi rappresentare un trampolino di lancio per poi raggiungere i target in area 7/7,20. Indicazioni di segno contrario invece sotto 5,90, minimi di mercoledì.
-Target: 7 euro
-Negazione: 5,90 euro
-RSI (14): neutrale
Campari
Campari (-4,80%) accelera al ribasso scivolando sotto i minimi da inizio luglio a 8,53.

Appare ora elevato il rischio di proseguimento del movimento fino a 8,10 circa, minimi di giugno e base del canale che sale dai minimi del 2015. Dalla tenuta o meno di questo riferimento dipenderanno le sorti future del titolo. Discese sotto tali livelli comporterebbero infatti un deterioramento del quadro grafico.
Eventuali reazioni dovranno invece spingersi oltre 9,37 per allentare le recenti tensioni.
-Target: 10,60 euro
-Negazione: 8,95 euro
-RSI (14): neutrale
Astaldi
Astaldi (+6,23%) accelera fino a 4,35, picco di luglio, lasciandosi alle spalle la trend line tracciata dai massimi di marzo, in area 3,85.

Il movimento repentino ha tuttavia spinto in zona di ipercomprato i principali oscillatori grafici, pertanto, prima di poter assistere a una estensione del movimento verso area 5 potrebbero rendendersi necessario un ripiegamento fisiologico. SOlo il ritorno sotto area 3,50 potrebbe compromettere quanto di buono fatto nelle ultime sedute preludendo a un affondo verso i minimi di settembre a 3,20 circa.
-Target: 5 euro 
-Negazione: 3,50 euro
-RSI (14): ipercomprato
(CC)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento