-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 10 novembre 2016

Sotto La Lente Dell'Analisi Tecnica: attese e obiettivi sui principali titoli


La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti al principale indice di benchmark italiano, il FTSE MIB, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).
BB Biotech
BB Biotech (+13,28%) sfrutta la condizione di ipervenduto presente sugli oscillatori tecnici più comuni e la vicinanza ai supporti in area 40 per mettere a segno una reazione decisa che riporta i prezzi oltre la media mobile a 100 giorni in transito a 44,50.

Conferme in questo senso favorirann un confronto con gli ostacoli a 46,30 e a 47,30, massimi allineati di agosto e settembre, banco di prova significativo oltre il quale diverrebbe lecito credere in un allungo verso il top di aprile a 48,95 euro. Discese sotto area 40 cancellerebbero invece il tentativo di rialzo preludendo a nuove flessioni verso area 39 circa.


-Target: 46,30 euro
-Negazione: 40 euro
-RSI (14): neutrale
Recordati
Robusta reazione di Recordati (+4,34%) dopo il prolungato assedio dei supporti in area 25. I prezzi si sono spinti fino a 26,70, a contatto con la linea che scende dai massimi di settembre.

Servirebbe quindi la rottura della media mobile a 50 sedute, in transito a 27,40 circa, per credere in una evoluzione positiva in direzione almeno di 28,50 circa. Pericolose invece discese sotto 25,60, preludio a un nuovo test dei minimi di giugno a 24,30.
-Target: 27,40 euro
-Negazione: 25,60 euro
-RSI (14): neutrale
Buzzi Unicem
Buzzi Unicem (+7,99%) rompe gli indugi rompendo al rialzo la linea che scendeva dai massimi estivi, a 18,30 circa.
Il titolo ha travolto anche la resistenza successiva in area 18,60, massimi dell'ultimo mese, accelerando in direzione di 19,26, picco di inizio settembre. La base del canale che sale dai minimi di inizio anno, attualmente in area 17,20, dovrà restare intatta per garantire la ripresa dell'uptrend in direzione di obiettivi a 22 circa.

Sotto area 17,20 rischio invece di ripiegamenti verso almeno 16,25.
-Target: 19,26 euro
-Negazione: 17,20 euro
-RSI (14): neutrale
Tenaris
Tenaris (+6,51%) rimbalza da area 12,50, punto di passaggio della media mobile a 100 giorni, accelerando oltre la resistenza critica a 13,50.
Il titolo dovrà però stabilizzarsi oltre questo livello per confermare il segnale di forza e creare le premesse per assistere a un allungo in direzione di target a 13,90 e 14,70. Nella direzione opposta discese sotto 12,20/12,50 aprirebbero a cali verso 11,53, base del gap del 29 settembre. 
-Target: 13,50 euro
-Negazione: 12,20 euro
-RSI (14): neutrale
Leonardo
Leonardo (+7,61%) estende la reazione avviata la scorsa ottava dopo il test a 10 euro circa della media mobile a 100 giorni e si avvicina a gran passo agli ostacoli a 11,50, massimi allineati di ottobre e marzo.

La rottura di questo livello rilancerebbe l'uptrend partito a giugno verso target a 12 euro almeno. Nella direzione opposta la violazione di area 10 costringerebbe a rinviare tali aspettative prospettando approfondimenti verso 9,75 almeno.
-Target: 12 euro
-Negazione: 10 euro
-RSI (14): neutrale
Prysmian
Prysmian (+2,93%) completa un piccolo doppio minimo a partire da 21,07 grazie al superamento a 22,22 dei massimi di martedì.
Il titolo ha poi rotto al rialzo la linea che scende dai top di ottobre a 22,40 avvalorando l'ipotesi di rialzo per obiettivi a 23,40 circa e 24. Se invece la rottura della trend line citata non venisse confermata in chiusura di ottava verrebbe negato il segnale rialzista di oggi con il rischio di vedere violati i minimi delle ultime sedute a 21,07.
-Target: 23,40 euro
-Negazione: 21 euro
-RSI (14): neutrale
(CC)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento