-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 11 novembre 2016

Saipem: un acquisto per il lungo periodo


Di seguito proponiamo l’articolo del nostro trader Paolo Nardovino su SAIPEM, inviatoci lunedì 7 novembre. Ricordiamo che le operazioni di Paolo possono essere seguite sottoscrivendo un abbonamento Single Trader su Rataran.
Il recente movimento ribassista su Saipem, con minimo a 0.3612 fatto registrare il 4 novembre, ha riportato le quotazioni in un’area di prezzo che ha sempre fornito, in questo anno 2016, opportunità di acquisto.
Il titolo, dopo il massacrante aumento di capitale di inizio anno, ha chiuso a febbraio un importante ciclo di 87 mesi ed ha dato inizio ad una nuova fase di accumulazione che sta comprimendo le quotazioni tra 0.33 e 0.45. Nella parte bassa di questo trading range le occasioni di acquisto devono essere sfruttate, sia in ottica di breve termine per un rientro sopra 0.39-0.40, sia in ottica d’investimento, aspettando la rottura rialzista della resistenza 0.46.

Tra 0.36 e 0.375 individuiamo una zona di acquisto che potrebbe dare soddisfazioni nelle prossime settimane.
Il titolo SAIPEM è inesorabilmente legato alle quotazioni del petrolio ed un accordo in sede Opec nella riunione prevista per il 30 Novembre potrebbe riportare le quotazioni del greggio sopra i 50-52 dollari, quota che rappresenta il prezzo minimo di equilibrio per i conti dell’azienda.
Se si escludono le banche ed i finanziari, il titolo Saipem è il peggior titolo industriale del Ftsemib sulla performance anno su anno, con una caduta del 66%. L’aumento di capitale da 3,5 miliardi e le performance negative del prezzo del petrolio hanno compresso al ribasso i prezzi.

In questa fine del 2016 possiamo ritenere che il peggio sia alle spalle.
Il titolo, sui prezzi storici, continua ad essere molto sacrificato e non è bastato al mercato il ritorno all’utile dopo un triennio consecutivo di perdite che hanno cumulato un “rosso” da oltre un miliardo.
Oggi la posizione patrimoniale è stata riequilibrata, anche se l’ultima trimestrale non ha portato quel colpo d’ala che ci si attendeva. Anzi, l’ultima trimestrale pubblicata a fine ottobre è stata accolta dal mercato con un nuovo ribasso, che appunto sta fornendo in queste sedute una nuova occasione di acquisto.

Tra le sorprese negative c’è stata una maxi-svalutazione di asset per 2 miliardi (quasi il 30% del patrimonio). Inoltre, è in corso una pulizia del bilancio (nel quale assets come navi e piattaforme stanno vedendo il loro valore rettificato) che proseguirà anche a febbraio, sul bilancio dell’intero 2016.
Allo stato attuale, la redditività netta prevista per i prossimi anni, se il piano verrà rispettato, sarà superiore al 2% dei ricavi.

Saipem è un’azienda che esce risanata dalla grave crisi apertasi nel 2013, ed anche se non è più la Saipem di allora, rappresenta comunque un’azienda da tenere nel portafogli a questi prezzi di mercato.
Autore: Rataran Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento