-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 18 novembre 2016

Mercati azionari. Analisi intraday della giornata


MERCATI AZIONARI

La distribuzione dei flussi è in questo momento non affidabile. In questo momento non ci sono le condizioni per operare. Per valutazioni di tipo economico (referendum italiano) ci disponiamo alla ricerca di entrate short anche di natura multiday.

EURO-DOLLARO

Correlazione inversa EUR-USD / mercati azionari sui time frame brevi, ma la tendenza è ribassista per entrambi.
EUR-USD è avviato alla parità entro giugno 2017. Ci disponiamo alla ricerca di entrate intraday e/o multiday short.

CRUDE OIL

A fine novembre ci sarà la riunione dell'OPEC che verosimilmente ratificherà la diminuzione di produzione dai 33,5 a 32,5 milioni di barili al giorno.

Non è detto che l'accordo trovato in settembre sarà mantenuto, ma nel frattempo il prezzo dovrebbe salire, proprio scontando la possibilità di accordo e il migliorato quadro generale.

PROVE TECNICHE DI REFERENDUM

Avvicinandoci alla data per il voto, alcuni movimenti dei prezzi cominciano a considerare quello che ora è il focus dei mercati, ovvero il referendum costituzionale italiano.
I sondaggi ufficiali più accreditati danno in vantaggio il NO con il 53% e il SI' al 47%. E' stato fatto un sondaggio non ufficiale su Facebook, forse meno formale ma più aderente alla realtà: il NO è in vantaggio con il 78%. Una vittoria del NO farebbe scendere i mercati azionari: per quello italiano sarebbe un crollo, per gli altri una discesa poi recuperata.

Da lì in avanti il mercato italiano sottoperformerà i mercati azionari: nelle discese perderà di più, nelle salite guadagnerà di meno.

ANALISI DEL RISCHIO

Il rischio geopolitico è percepito in forte calo.
Privato dei finanziamenti, delle armi e delle coperture di cui ha goduto per anni, e che gli hanno permesso di invadere un ampio territorio, costituire uno stato, e soprattutto di poter colpire liberamente in ogni parte del mondo con attentati devastanti, ora l'ISIS in poche settimane verrà debellato da ogni zona dell'Africa e dell'Asia.

Da ora e per i prossimi due anni non ci saranno più attentati in Europa, ma solo nelle zone di guerra in Asia, in Africa e in Turchia, e saranno rubricati come azioni di guerra. Anche i rapporti degli Stati Uniti con la Russia, giunti negli ultimi anni alle soglie della guerra fredda, si normalizzeranno entro pochi mesi.
Kiev perderà l'appoggio americano e anche la guerra civile ucraina in breve tempo finirà. Non finirà a breve la guerra in Siria perché lì il quadro è veramente complicato.
I mercati hanno immediatamente percepito queste novità e hanno iniziato a prezzare il rischio in modo diverso, soprattutto per quanto riguarda il Fair value dei titoli azionari presi singolarmente o in aggregato, e dunque dei mercati azionari.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento