-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 22 novembre 2016

Le 10 migliori azioni da dividendo da comprare entro dicembre


Dan Burrows aggiorna la sua lista dei migliori titoli da dividendo da comprare a Wall Street. Partendo dalla decima posizione, ecco quali sono. 

10. Wells Fargo & Co (NYSE:WFC)

Rendimento del dividendo: 2,9%
Il primo consiglio d'acquisto fornito da Dan Burrows è Wells Fargo, colosso del comparto bancario Usa con un business altamente diversificato e quasi duemila miliardi di asset: il gruppo fornisce servizi bancari e assicurativi, servizi d'investimento, mutui e credito al consumo e commerciale attraverso 9000 filiali.

Se c'è un lato negativo nell'ottimo rally messo a segno dal titolo dal giorno delle elezioni, ricorda Burrows, è che il suo dividendo è calato sotto il 3% per i nuovi investitori. Ma la prospettiva che la nuova amministrazione possa rendere più favorevole il quadro della regolazione lascia ampio spazio all'ipotesi che nuovi ritocchi al rialzo delle cedole possano essere annunciati in un prossimo futuro.
Altro punto da tenere in considerazione: a differenza di altri big del settore, Wells Fargo non ha un'esposizione ad attività legate a Wall Street come l'investment banking: il ne che riduce la volatilità.

9. Merck & Co., Inc. (NYSE:MRK)

Rendimento del dividendo: 3%
Il 2016, ricorda Burrows, è stato estremamente positivo per il colosso farmaceutico Merck & Co., le cui azioni registrano al momento un +18% dall'inizio dell'anno: rialzo che sommato al dividendo ha garantito agli investitori un rendimento totale di oltre il 20%.

E nonostante l'ottima performance il titolo offre ancora una combinazione tra prezzo delle azioni e rendimento della cedola in grado di battere il mercato. Quanto ai risultati, la perdita di alcuni brevetti è perfettamente bilanciata da nuovi farmaci in arrivo, nuove acquisizioni in programma e dal successo di prodotti come il Keytruda, per la cura del cancro.
Un endorsement per il titolo è arrivato da poco da Morningstar, che ha messo in evidenza la solida posizione nel segmento immuno-oncologia, il portafoglio ben diversificato e la dimostrata capacità di portare avanti piani di tagli di costi. 

8. Cisco Systems, Inc.

(NASDAQ:CSCO)

Dividend Yield: 3,4%
Fa ancora meglio Cysco Systems, una "macchina da dividendo"che oltre alla garanzia del flusso costante delle sue cedole offre agli investitori la sua attiva in un'area che si prospetta come una delle più promettenti: la società, leader mondiale del settore IT, è nel pieno della transizione verso i servizi Cloud.
Come il resto del settore tech l'azione ha subito una scivolata dopo le elezioni, e non ha aiutato una trimestrale sotto le attese del consenso: utili netti in declino da 2,4 miliardi di dollari, pari a 48 centesimi per azione, a 2,3 miliardi, a 46 centesimi. Ma il rendimento complessivo dall'inizio dell'anno resta positivo (+11%) e proprio l'arretramento, suggerisce Burrows, offre un buon punto d'ingresso.

 

7. International Paper Co (NYSE:IP)

Dividend Yield: 3,8%
Per chi pensa che il tradizionale modello di business di Intenational Paper appartenga al passato, Burrows ricorda che i prodotti della carta hanno un futuro roseo nella nuova economia digitale: in quanto maggiore produttore mondiale di prodotti di carta e cartone per imballaggio, la società è ottimamente posizionata per trarre i più grossi benefici dal business delle spedizioni legate all'e-commerce: per dirne una, International Paper ha in gestione il 50% delle forniture di scatole di cartone per Amazon.com.

La società ha messo a segno quest'anno, nonostante il rallentamento della domanda cinese, un guadagno del 28% e scambia nonostante ciò solo 12 volte gli utili. 

6. Altria Group Inc (NYSE:MO)

MO Dividend Yield: 3,8%
Da comprare con solide prospettive di un total return di tutto rispetto è anche Altria Group, gigante dell'industria del tabacco che ha recuperato fiducia tra gli investitori dopo l'acquisizione di una quota rilevante di Anheuser-Busch InBev SA/NV.

E il completamento della fusione tra Anheuser-Busch InBev  e SABMiller nella nuova Anheuser-Busch InBev SA/NV, consente ad Altria, detentrice di brand noti come Philip Morris, il controllo di una quota del 9,6% nel capitale e oltre 5 miliardi di dollari in cassa. Altria ha ora in programma un attraente programma di riacquisto di azioni proprie, che dovrebbe ammontare a 3 miliardi di dollari (da un precedente piano per 1 miliardo) da qui al secondo trimestre del 2018.

5.

Chevron Corporation (NYSE:CVX)

Dividend Yield: 3,9%
Le preoccupazioni su Chevron, come per tutto il settore oil condizionato dalla fase negativa attraversata dai corsi del greggio, sono legate soprattutto alla capacità di generare flussi di cassa adeguati a mantenere le politiche di redistribuzione degli utili agli azionisti. Ma con i prezzi del petrolio in via di stabilizzazione e i buoni risultati degli ultimi piani di riduzione dei costi, le prospettive sono adesso di molto migliorate.

Chevron ha battuto le attese del consenso nell'ultima trimestrale e in attesa che le dinamiche del ciclo migliorino, un ottimo dividendo del 3,9% può essere d'aiuto.

4. General Motors Company (NYSE:GM)

Dividend Yield: 4,6%
Consiglio buy anche per General Motors, che offre agli azionisti un dividendo del 4,6%.
Come molti esperti fanno notare negli ultimi tempi, General Motors ha un multiplo prezzo-utili molto conveniente, al momento di appena 5,8, e gli analisti stimano per la società un tasso di crescita annuale di più del 10%. 

3. Verizon Communications Inc.

(NYSE:VZ)

Dividend Yield: 4,8%
Le utility e le aziende del settore telecomunicazioni sono, ricorda Burrows, "roccaforti da dividendo", ma mentre le utility company si presentano oggi agli investitori piuttosto care, le società di tlc lo sono meno. Ecco perché il numero uno dei gestori di reti wireless Verizon Communications Inc.
merita un occhio di riguardo. Le ultime mosse del gruppo, come l'acquisizione delle attività web di Yahoo o di AOL e la sua presenza nel mercato dei digital media permettono di aggiungere a un dividendo di quasi il 5% anche un buon potenziale per prossimi apprezzamenti delle azioni.

2.

Ford Motor Company (NYSE:F)

Dividend Yield: 5,1%
Per la casa automobilistica di Dearborn, premette Burrows, valgono in parte gli argomenti usati per General Motors: il mercato teme esageratamente una prossima decelerazione nei trend delle vendite e Ford è un titolo "cheap". Di più: è ancora più a buon mercato perché gli investitori hanno sopravvalutato le conseguenze negative dell' "inimicizia" di Ford con il nuovo presidente Trump.

E se il 2016 non è stato al momento esattamente un anno da ricordare quanto a performance di borsa (-16% dall'inizio dell'anno), tuttavia con un multiplo prezzo-utili di appena 7 e un ottimo dividendo che rimane al momento sicuro, gli investitori pazienti possono posizionarsi per futuri apprezzamenti del titolo.

1.
AT&T Inc. (NYSE:T)

Dividend Yield: 5,2%
E in cima alla classifica delle azioni da dividendo c'è stabilmente AT&T: non è possibile, dice Burrows, trovare una mega-cap con capacità di redistribuzione degli utili comparabile. Quanto alle incognite sulla recente acquisizione di Time Warner, probabilmente alla fine i regolatori federali non bloccheranno il deal, il che richiede agli azionisti una certa fiducia nella strategia sul mobile del gruppo.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento