-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 15 novembre 2016

L'Angolo del Trader


STMicroelectronics ha beneficiato nelle ultime sedute del rafforzamento del dollaro: gli esperti di Equita Sim stimano infatti una variazione del 5% dell'utile operativo per ogni punto percentuale di variazione del cambio eur/usd. Dopo il doppio test della resistenza a 8,70 circa, il titolo si è tuttavia mosso per vie laterali.
La pausa risulta del tutto fisiologica dopo l'accelerazione che a fine ottobre ha ricondotto i prezzi in area 8,50, ultimo dei ritracciamenti di Fibonacci (il 78,6%) calcolati per il ribasso dal top di marzo 2015 a 9,60. Sotto gli 8 euro aumenterebbero le probabilità di una estensione della correzione: verrebbero infatti dispiegati gli effetti del doppio massimo disegnato da 8,70 per obiettivi a 7,285/7,30, lato inferiore del gap del 27 ottobre.

Nella direzione opposta la rottura decisa di area 8,50 permetterebbe invece il ritorno a 9,60 con resistenza intermedia a 9,29, massimo di aprile 2015.
Telecom Italia inizia la settimana in rosso: minimo intraday a 0,694 euro dopo la chiusura venerdi' scorso a 0,714. Domani i Bond in circolazione del Prestito "€1,300,000,000 6.125 per cent.
Guaranteed Subordinated Mandatory Convertible Bonds due 2016" saranno convertiti sulla base del rapporto di conversione definitivo (Relevant Conversion Ratio) pari a 131.018,75372 in numero 1.702.850.712 nuove azioni ordinarie Telecom, rappresentative di circa l'11,2% del capitale sociale ordinario della Società, l'8% su base fully diluted.

Il debito si riduce cosi' di 1,3 miliardi, quindi dai 26,7 miliardi dello scorso settembre scendera' al di sotto dei 26 miliardi con un rapporto debito/Ebitda a 3,28 volte dalle 3,89 volte di fine 2015. Deutsche Bank ha confermato la raccomandazione "buy" con prezzo obiettivo a 1,20 euro per il titolo.
Secondo gli esperti di DB il rischio connesso al referendum per le blue chip italiane e' ridotto in quanto, anche se alla vittoria del si viene assegnato il 40% di probabilita', le loro attese sono che Matteo Renzi resti in sella fino alle elezioni del 2018. Anche Equita Sim ha confermato la raccomandazione "buy" sul titolo e il prezzo obiettivo a 1,25 euro.

In generale i commenti dei broker sull'annuncio che Tim possa lanciare un secondo marchio per la telefonia mobile, posizionato come prezzi al di sotto dell'attuale, sono favorevoli. Sul fronte grafico la discesa intrapresa dal top del primo novembre a 0,806 euro ha comportato l'avvicinamento alla base del canale crescente disegnato dai minimi di luglio, passante a 0,686 euro circa.
La violazione di quel supporto e dei vicini minimi di ottobre a 0,6735 euro potrebbero comportare il proseguimento della discesa verso i minimi di luglio a 0,6265 euro. Segnali di ripresa oltre area 0,752, dove transitano le medie mobili a 50 e 100 giorni, con obiettivo sulla resistenza critica di area 0,80.

Al di sopra di quei livelli possibile il test del lato alto del canale crescente citato a 0,865 euro circa.
Cerved Information Solutions ieri ha guadagnato terreno grazie alle attese relative a una positiva conclusione delle trattative per l'acquisizione della piattaforma Juliet da Banca MPS.
A mercato chiuso è giunta la conferma: l'accordo è stato raggiunto sulla base di un corrispettivo pari a 105 milioni di euro, più un earn out da massimi 66 milioni, condizionato al raggiungimento di risultati economici conseguiti nell'arco temporale sino al 2024. Juliet avrà in gestione le sofferenze non cartolarizzate e una percentuale significativa di quelle che si genereranno nei prossimi dieci anni (l'80%) e, soprattutto, il diritto di aggiudicarsi la gestione di 1/3 delle sofferenze di MPS oggetto della cartolarizzazione indicata nel piano di rafforzamento patrimoniale, pari a quasi 28 miliardi di euro.

Nelle sedute precedenti Cerved era scesa sotto l'importante supporto statico a 7,11 euro, per poi risalire e terminare ieri a 7,22. Il recupero necessita di conferme che arriveranno in caso di superamento di 7,48 per il massimo storico a 7,92. L'eventuale violazione del recente minimo a 6,90 creerebbe invece le premesse per un approfondimento sul bottom estivo a 6,47.
(SF)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento