-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 2 novembre 2016

L'Angolo del Trader


*Banca Mediolanum *sotto pressioneinsieme a tutto il comparto nella seduta di martedì. Lunedì ilgruppo Fininvest si era appellato contro l'ordinanza della BCE che leimpone di ridurre la partecipazione nella banca di Basiglio dal 30%al 9,9%. Il titolo ha perso ieri oltre due punti percentuali che sisommano al -1,87% registrato a inizio ottava, circostanza che haricondotto le quotazioni a contatto con la media mobile a 50 sedute,in transito a 6,15/6,20 circa.
Discese sotto questo riferimentocomporterebbero dunque l'avvio di una fase di debolezza chepotrebbe spingere i prezzi sui supporti in area 5,70 per il testdella linea che unisce i minimi di febbraio con quelli di giugno esettembre, un livello non distante dai minimi di settembre. Alcontrario, la tenuta di area 6,15 permetterebbe invece di conservareintatta la struttura rialzista di breve termine creando le condizioniper un allungo sui top di agosto/settembre a 6,60/6,70.

Sopra questeultime resistenze via libera verso 7,10/7,20 almeno.
Leonardo Finmeccanica resiste allevendite. Leonardo archivia la prima seduta di novembre con un saldopositivo dello 0,18% (a 11,12 euro) a fronte di un Ftse Mib in calodell'1,32%. E' notizia di martedi' che il ministero della Difesaturco avrebbe in programma l'acquisto di altri 24 jet F-35 dellaLockheed Martin.
Leonardo partecipa al programma del caccia F-35. Glianalisti di Morningstar hanno avviato la copertura con un Fair Valuea 13 euro per azione ritenendo che il titolo sia sottovalutato.Venerdi' scorso Venerdì Fitch aveva confermato il rating BB+ diLeonardo ma aveva rivisto al rialzo l'outlook, da stabile a positivo.I risultati trimestrali verranno rilasciati il prossimo 3 novembre.

Iprezzi hanno accelerato al rialzo il 20 ottobre dopo la rottura a10,94 del picco del 9 settembre, successivamente al test di quota11,49, resistenza critica coincidente con i massimi di marzo, sonopoi tornati a testare dall'alto la ex resistenza lasciando su di essaun "tweezer bottom", piccolo doppio minimo dalleimplicazioni rialziste.
Oltre area 11,17 (massimo ieri a 11,27 machiusura a 11,12) probabile il ritorno in area 11,49, poi il testdella resistenza critica degli 11,70 euro, 61,8% di ritracciamentodel ribasso dal top di novembre 2015. Il superamento di questoriferimento ricavato dalla successione di Fibonacci dovrebbe lasciarespazio alla ricopertura del gap ribassista del 14 gennaio con latoalto a 12,60 euro.

Sotto 10,94 rischio invece di flessioni a testarea 10,57 la media mobile a 20 giorni e a 10,13 la trend line rialzistache sale dai minimi di giugno.
Nuova accelerazione rialzista per*Gefran *che supera quota 3 euro per la prima volta da agosto 2015. Iltitolo ha in tal modo riattivato il rally originato dal minimostorico dello scorso febbraio, lasciandosi alle spalle la pausa diconsolidamento vista nella seconda metà di ottobre.
Le quotazioni sidirigono speditamente verso i massimi allineati dell'estate 2015 a3,50/3,55. Oltre questi ultimi ostacoli via libera in direzione di4,05 (massimo del febbraio 2015) e 4,34 (marzo 2014). L'eventualeritorno sotto quota 3 preannuncerebbe un test dei supporti statici a2,70/2,80, area fondamentale per scongiurare il rischio di avvio diuna correzione consistente verso 2,30/2,40.
(SF)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento