-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 3 novembre 2016

L'analisi tecnica sui principali listini europei

FTSEMIB INDEX

A Piazza Affari il crollo verticale del FTSE Mib ha azzerato tutti i guadagni messi a segno dallo scorso 14 ottobre. Il quadro tecnico ha generato un segnale di vendita, quale la violazione del supporto statico espresso da area 16.690 punti. Detto movimento ha corroborato la forte spinta ribassista registrata il primo novembre che ha fatto scivolare il paniere italiano sotto la soglia psicologica dei 17mila punti.
L’obiettivo di questo movimento potrebbe essere il test di cambio di stato della trendline espressa sul grafico a 30 minuti dai top decrescenti del 13 settembre e 11 ottobre. Al momento solo questa ex resistenza dinamica potrebbe favorire una ripartenza delle quotazioni. Mentre per evitare un deterioramento del quadro tecnico rimane fondamentale la tenuta del sostegno statico a 16.2156 punti.

Scenario rialzista

Avviare nuove posizioni long a 16.370 punti con primo target a 16.500 punti.

Chiudere su violazione dei 16.215 punti.

Scenario ribassista

Short da 16.500 punti con target primario a 16.000 punti. Stop loss in area 17.000 punti.

EUROSTOXX 50

L’Euro Stoxx 50 ieri è scivolato sotto i 3.000 punti, dando seguito al segnale di vendita generato nella seduta di martedì.
Sul grafico a 30 minuti detto segnale è stato confermato ieri dalla violazione della trendline ottenuta con i top decrescenti dell’8 settembre e 11 ottobre. Le quotazioni potrebbero ora trovare sostegno sulla trendline dinamica ottenuta unendo i minimi crescenti del 3 agosto e 16 settembre.

Sotto questa trendline, invece, il basket andrebbe al test dell’area statica a 2.930 punti.

Scenario rialzista

Long in area 2.950 punti, avrebbero target in area 3.005 punti.
Stop loss sotto area 2.890 punti.

Scenario ribassista

Aprire nuovi short al cedimento dei 3.000 punti con target a 2.800 punti. Stop and reverse a 3.050 punti.

DAX

Dall’analisi del quadro grafico di ieri del Dax emerge un doppio segnale di vendita, quale la violazione di due trendline dinamiche entrambe transitanti in area 10.500 punti.

La prima discendente, ottenuta con i top dell8 settembre e 4 ottobre, la seconda crescente e di più lungo periodo espressa con i minimi del 27 giugno e 30 settembre. Detto movimento contribuisce a deteriorare l’impostazione tecnica di breve periodo. Per poter dichiarare una nuova fase ribassista occorre però verificare la tenuta del sostegno statico in area 10.200 punti, che rappresenta il lato inferiore dell’ampio rettangolo entro cui l’indice è negoziato da agosto a questa parte.

Scenario rialzista

Long in area 10.262 punti, avrebbero target in area 10.500 punti.

Stop loss su violazioni di area 10.180 punti.

Scenario ribassista

Aprire nuovi short su ritorni a 10.500 punti con target a 10.000 punti. Stop and reverse a 10.600 punti.
Contenuti pubblicata integralmente sul sito Investimenti Bnp Paribas
Autore: Investimenti Bnp Paribas Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento