-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 3 novembre 2016

Intesa Sanpaolo: analisi tecnica della giornata

Le prospettive di breve/medio termine del titolo bancario si confermano incerte. Intesa Sanpaolo sul finire dello scorso mese aveva dato la sensazione di poter rivedere area 2.45 euro, per poi eventualmente proseguire lungo la via dei guadagni. I corsi hanno invece subito una perentoria battuta d’arresto che ha rimesso tutto in discussione.
Il rischio di nuove ricadute resta elevato e potrebbe materializzarsi sotto quota 1.96 euro (in particolar modo in chiusura di seduta), preludio ad un affondo in direzione del primo obiettivo a quota 1.89 euro. Un miglioramento dello scenario arriverebbe solo a seguito del superamento, in chiusura di seduta, di 2.20 euro (con tenuta settimanale).

Occhio alla volatilità. Il titolo in 6 mesi ha ceduto l’11%, il 35% in 12 mesi, +13% in 3 anni e +80% in 5.
La settimana scorsa Intesa Sanpaolo ha reso noto che l’agenzia internazionale Fitch ha confermato il rating per il lungo termine ‘BBB+’, il rating per il breve termine ‘F2’ e il Viability Rating ‘bbb+’ assegnati alla Banca.

L’outlook è stato rivisto da stabile a negativo.

Medie mobili esponenziali:

il prezzo è collocato al di sotto di Ema20, quest’ultima è superiore a Ema50; entrambe sono inferiori alla media mobile di periodo 200 (SMA).
Secondo questa teoria non è in atto l’orientamento più ribassista possibile.
Autore: Pasquale Ferraro Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento