-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 7 novembre 2016

I Buy di oggi da A2a a Yoox Net-A-Porter

Per gli analisti di Banca Akros valgono un buy A2a con target price di 1,50 euro dopo che la giunta del comune di Milano ha approvato la modifica dei patti parasociali dell’utility abbassando la quota sindacata (detenuta insieme al comune di Brescia) dal 50% al 42%, Banzai con prezzo obiettivo di 4,90 euro dopo il perfezionamento della cessione di Saldiprivati al gruppo Showroomprivè in esecuzione dell’accordo comunicato al mercato lo scorso 4 ottobre (prezzo dell’operazione 38 milioni di euro, inclusa una quota supplementare a favore di Banzai fino a 10 milioni di euro), Leonardo Finmeccanica con fair value di 15 euro in scia alla conference call sui risultati del terzo trimestre e sulla guidance per l’intero esercizio 2016, Technogym con target di 4,95 euro in vista dei risultati trimestrali che saranno diffusi il prossimo 7 novembre e Yoox Net-A-Porter con obiettivo di 31,30 euro in vista dell’Ipo del gruppo inglese Farfetch (comparable di Yoox).
Sempre Banca Akros giudica inoltre accumulate Banca Mediolanum con obiettivo di 7,20 euro in scia alla conferma della solidità dell’istituto da parte della Bce, Brembo con fair value di 56 euro in vista dei risultati trimestrali che saranno diffusi il prossimo 7 novembre, Ferrari con target price di 50 euro, anche in questo caso in attesa della trimestrale in calendario il 7 novembre, Fiera Milano con prezzo obiettivo di 2,50 euro nonostante i risultati trimestrali siano stati peggiori delle stime, Intesa Sanpaolo con target di 2,80 euro (l’utile netto del terzo trimestre si è attestato a 628 milioni, in calo rispetto ai 722 milioni di un anno prima, l’istituto sta poi preparando il piano per gli npl) e Telecom Italia con fair value di 1,15 euro dopo che la società ha chiuso i primi nove mesi con 13,3 miliardi di ricavi, cresciuti dell’1,4% nell’ultimo trimestre e 1,5 miliardi di euro di utile netto, dai 356 dei nove mesi dell’anno scorso.
Proseguendo, Banca Imi giudica buy Astaldi con obiettivo di 5,40 euro (il comune di Roma ha confermato che i lavori per la fermata Colosseo della metropolitana della città saranno completati entro il 2021), Autogrill con target di 10,20 euro in scia alla vendita del business sulle autostrate tedesche a Gr8 Investments pe 22,7 mln di euro,  Creval con fair value di 0,45 euro in vista dell’approvazione del nuovo piano industriale e Fiera Milano con prezzo obiettivo di 3,20 euro dopo la pubblicazione dei risultati dei primi nove mesi dell’esercizio in corso.
Sempre Banca Imi valuta poi add Banca Mediolanum con obiettivo di 7,20 euro, Iren con target di 1,88 euro dopo l’acquisto di un terreno di 59mila metri quadri a Collogne da Derichebourg Environment e Telecom Italia con fair value di 0,97 euro.
Ancora, gli analisti di Jefferies valutano buy Intesa Sanpaolo con target di 2,70 euro e Recordati con obiettivo di 32 euro in scia ai risultati trimestrali.
Infine, Creval vale un buy per gli analisti di Ubs con target price di 0,55 euro e un outperform per quelli di Intermonte con prezzo obiettivo di 0,60 euro (allo studio una cartolarizzazione da 1,5 mld di euro, operazione che godrebbe della garanzia pubblica delle Gacs), Dea Capital è outperform per Intermonte con fair value di 1,70 euro ed Ei Towers vale un buy per Kepler Cheuvreux con obiettivo di 54 euro e un outperform per Mediobanca con target di 64 euro.
Gianluigi Raimondi
Autore: Finanzaoperativa.com Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento